Il Portale degli Italiani unifica i servizi on line della PA

 

Renato Brunetta. Fonte FormezQuanti punti restano sulla patente, quand'è il momento di fare la revisione all'automobile, come rinnovare il passaporto, quante sono le auto blu nel proprio Comune di residenza. D’ora in poi queste informazioni sono a portata di click grazie al nuovo Portale degli Italiani, presentato a Palazzo Chigi il 14 aprile dal ministro Renato Bunetta.

Grazie a questo strumento è possibile accedere alla Pubblica Amministrazione da un'unica "porta virtuale" per usufruire in modo semplice e veloce dei servizi on line.

Collegandosi al portale è possibile:

  • utilizzare il motore di ricerca della PA italiana,
  • chiedere assistenza agli operatori di Linea Amica (via telefono, Skype, e-mail e chat),
  • leggere le informazioni contenute nell'Enciclopedia con le domande e risposte più frequenti,
  • conoscere i diritti che ogni cittadino può esigere e mettere in pratica;
  • valutare la PA attraverso "Mettiamoci la Faccia" (il sistema di rilevazione tramite emoticon della soddisfazione dei cittadini) e MiaPA (il social check-in della Pubblica Amministrazione che permette, con l'uso di uno smartphone, di trovare l'ufficio pubblico più vicino.

Si possono inoltre segnalare disservizi, suggerire soluzioni, informarsi costantemente sulle ultime notizie utili, sfogliare una rubrica con oltre 1700 numeri verdi e consultare le Mappe della PA, che permettono di localizzare gli uffici pubblici.

Il sito è stato realizzato dal Dipartimento della Funzione Pubblica, dal Dipartimento per la Digitalizzazione e l'Innovazione tecnologica, dal Formez PA e da DigitPA, e nasce dall'esigenza di riunire e rafforzare l'insieme dei servizi della PA finora disponibili on line.

Le informazioni e i dati presenti sul Portale degli Italiani potranno essere usati e riutilizzati dai cittadini, dalle imprese e da tutti i soggetti interessati, grazie a una licenza creata da FormezPA.

Questo il commento di Salvatore Marras di FormezPA, che ha progettato l'iniziativa: “Grazie alla logica multicanale con cui è stato progettato, il portale è in grado di dare a chiunque, indipendentemente dalla propria abilità con Internet e con il computer, di ricevere una risposta ai propri quesiti. L’utente può fare delle ricerche autonomamente tramite un motore di ricerca avanzato sviluppato da DigitPA, chiedere aiuto via chat ad un operatore di Linea Amica, che in tempo reale può aiutarlo nella ricerca delle informazioni, inviare un’e-mail, oppure può avvalersi del tradizionale canale telefonico”.

Secondo Sergio Talamo, responsabile di Linea Amica: “E' un punto di partenza non solo per i cittadini, che avranno una "porta" unica da cui entrare nella PA e nei suoi sempre più numerosi servizi on line, ma anche per la cultura del servizio pubblico italiano: da oggi il Front Office non è più l'ultima ruota del carro, ma lo snodo strategico dell'efficienza della PA

Per saperne di più

Linea amica

Per leggere il contenuto prego
o