Summit UE-India: appuntamento al 2011 per concludere l'accordo sul commercio

 

Jose Manuel Barroso - Foto di DatrioLibero commercio, sicurezza e cambiamento climatico sono stati al centro dell'undicesimo Summit tra Unione europea e India, svoltosi oggi a Bruxelles, che ha visto discutere il Presidente del Consiglio europeo Herman Van Rompuy, il Presidente della Commissione europea Jose Manuel Barroso e il Primo ministro indiano Manmohan Singh.

Secondo quanto affermato dal Presidente Van Rampuy, entro il 2011 si giungerà alla firma dell'accordo bilaterale per il libero commercio e gli investimenti tra India e Unione europea, che favorirà ulteriormente le relazioni, già significative, tra le due aree: l'Unione è infatti la prima destinazione per l'export indiano e l'India d'altra parte è la nona destinazione per le esportazioni europee.

L'obiettivo, nelle parole del Presidente Barroso, è non solo però quello di incrementare i rapporti commerciali sulla base di ragioni economiche, ma anche la possibilità di una partnership politica intorno a questioni di comune interesse.

Tra queste la lotta al terrorismo, la stabilizzazione del Pakistan e dell'Afghanistan e le preoccupazioni circa la politica nucleare iraniana, ma soprattutto l'impegno comune per la diffusione delle tecnologie verdi e delle energie rinnovabili e per contrastare il cambiamento climatico, in questi giorni al centro della conferenza ONU in corso a Cancun.

Infine il Direttore generale per l'educazione e la cultura della Commissione europea Jan Truszcynski e il sottosegretario del Ministero della Cultura indiano Jawhar Sircar hanno firmato una dichiarazione congiunta sulla cultura.

Joint Press Conference

Per leggere il contenuto prego
o