Bruxelles lancia una consultazione sul futuro delle foreste

 

Foreste - Photo credit: Foto di Valiphotos da Pixabay L'obiettivo della Commissione, nell'ambito dell'European Green Deal, è adottare entro l'anno una strategia per rendere più sostenibile la gestione delle foreste e aumentare il loro contributo ai target UE in materia di biodiversità e azione climatica.

Cosa prevede la nuova Strategia UE per la biodiversità al 2030

La strategia per le foreste si baserà infatti sulla strategia dell'UE per la biodiversità al 2030 e coprirà l'intero ciclo forestale, spaziando dalla fornitura di servizi ecosistemici alla prevenzione dei disastri naturali, dallo sviluppo di una bioeconomia circolare alla vita delle comunità rurali. L'obiettivo di Bruxelles è avere un documento che faccia da base per un approccio coerente e olistico sulle foreste, che rafforzi la leadership dell'Unione a livello internazionale, nel contesto dell'Agenda di sostenibilità 2030 delle Nazioni Unite, dell'Accordo di Parigi, della Convenzione sulla diversità biologica e di quella contro la desertificazione.

Il contributo delle foreste all'European Green Deal

Attraverso la consultazione la Commissione europea intende raccogliere le opinioni dei cittadini, delle istituzioni e delle organizzazioni del settore pubblico e privato su come affrontare le sfide che riguardano le foreste, in particolare in relazione ai cambiamenti climatici, alla perdita di biodiversità, al loro ruolo per le zone rurali, anche in termini di benessere socioeconomico e gestione del rischio di catastrofi.

La consultazione si concentra anche sulle modalità per mobilitare gli strumenti di finanziamento europei, a cominciare dalla Politica agricola comune (PAC), sulle attività di monitoraggio delle foreste, sulle prospettive per le industrie che si basano sulle foreste e sull'obiettivo UE di piantare 3 miliardi di alberi entro il 2030.

“Vogliamo che la strategia forestale sia un vero punto di svolta nel modo in cui proteggiamo, gestiamo e coltiviamo le nostre foreste, per il nostro pianeta, le persone e l'economia. Le nostre foreste stanno soffrendo nel momento in cui ne abbiamo più bisogno. Sono una parte importante della soluzione a molte delle sfide nell'affrontare la crisi climatica e della biodiversità e possono contribuire fortemente a una ripresa sostenibile”, ha commentato il commissario per l'Ambiente, gli oceani e la pesca, Virginijus Sinkevičius.

“Le foreste e i loro gestori contribuiscono in modo fondamentale al perseguimento della neutralità climatica, alla protezione delle zone rurali e alla costruzione di un'UE resiliente. Pertanto questa è un'opportunità per tutte le parti interessate, gli Stati membri, i proprietari e gestori delle foreste, gli abitanti delle zone rurali e i cittadini di fornire il loro punto di vista su come le nostre foreste, gestite in modo sostenibile, possono contribuire al nostro impegno per il Green Deal europeo”, ha aggiunto il commissario per l'Agricoltura, Janusz Wojciechowski.

Horizon Europe: i bandi in arrivo per Food, Bioeconomy Natural Resources, Agriculture and Environment

Come partecipare alla consultazione UE sulle foreste

Il termine per partecipare alla consultazione scade il 19 aprile 2021. Le risposte al questionario online possono essere inviate in qualsiasi lingua ufficiale dell'UE.

I soggetti interessati possono inoltre partecipare ad altre consultazioni pubbliche lanciate in parallelo dalla Commissione su temi strettamente collegati alla strategia per le foreste, in particolare quella sulla biodiversità e i target di ripristino di specie e habitat, sull'uso del suolo, il cambiamento di uso del suolo e la silvicoltura e su una nuova strategia per la protezione del suolo.

Partecipa alla consultazione pubblica sulle foreste

Photo credit: Foto di Valiphotos da Pixabay 

Per leggere il contenuto prego
o