I simulatori GSE aiutano PA e imprese a calcolare i risparmi dell’efficienza energetica

 

Simulatori GSE per calcolare i risparmi di interventi di efficienza energeticaDa questo mese grazie ai nuovi simulatori del GSE, imprese e PA potranno calcolare quanto conviene investire in efficienza energetica in quattro aree: edilizia scolastica, illuminazione pubblica, strutture ricettive e flotte di auto aziendali. 

European Green Deal, un anno dopo: a che punto siamo

Buone notizie sul fronte dell’efficienza energetica. Grazie alla nuova piattaforma “Interventi e Simulatori” del Gestore dei Servizi Energetici (GSE), per imprese e pubbliche amministrazioni diventa più semplice sapere quanto andrebbero a risparmiare, nel caso di alcune tipologie di investimenti di efficientamento energetico. La piattaforma del GSE prevede infatti quattro simulatori capaci di valutare i benefici che derivano dall investire sull'efficienza energetica nei seguenti campi: edilizia scolastica, illuminazione pubblica, strutture ricettive e flotte di auto aziendali.

I due simulatori del GSE per gli investimenti delle imprese

Partiamo dalle aziende. I due simulatori per aiutare le aziende a calcolare se conviene o meno investire nell'efficienza energetica riguardano da un lato la riqualificazione di impianti di climatizzazione delle strutture ricettive, e dall’altro l'adozione di flotte di veicoli aziendali a trazione elettrica.

Più nel dettaglio, il primo simulatore è studiato per le aziende impegnate nel settore turistico-alberghiero, per aiutarle ad investire nella riduzione dei consumi energetici per la climatizzazione delle strutture, attraverso l'utilizzo di sistemi a pompa di calore elettrica. Il simulatore GSE, anche in presenza di un eventuale preventivo, è in grado di produrre una analisi tecnico-economica dell'intervento ipotizzato, calcolandone costi, risparmi in bolletta, benefici economici derivanti dagli incentivi in Conto Termico, tempi di rientro dell'investimento e benefici ambientali.

Il secondo simulatore, invece, aiuta le imprese a calcolare la convenienza di acquistare o rinnovare il parco auto. La simulazione, in grado di considerare anche l'eventuale ricarica da colonnina elettrica nel caso di comunità energetica, elabora infatti un’analisi economica dell'intervento, considerando i Titoli di Efficienza Energetica riconosciuti dal GSE, il risparmio di carburante e il beneficio ambientale generato in termini di riduzione delle emissioni.

GSE: nuovi termini per decreto FER 1, biometano nei trasporti, certificati bianchi

I simulatori del GSE per gli interventi di efficienza energetica della PA

Passando alle pubbliche amministrazioni, invece, i nuovi simulatori del GSE calcolano i benefici degli interventi di sostituzione negli edifici scolastici dei sistemi di riscaldamento obsoleti e della riqualificazione dei sistemi di illuminazione pubblica.

Nel primo caso il simulatore permette agli Enti locali di valutare l'intervento di sostituzione dell'impianto di riscaldamento degli edifici scolastici con caldaie a condensazione a gas naturale ad alta efficienza, tenendo conto del contributo del GSE erogato in Conto Termico, della riduzione di consumi e delle emissioni evitate di CO2.

Nel secondo caso, invece, il simulatore calcola i benefici economici e ambientali derivanti dall'ottenimento di Titoli di Efficienza Energetica, dalla riduzione dei consumi, dei costi in bolletta e anche dalla riduzione di CO2 emessa, a fronte di interventi di retrofit dell'illuminazione pubblica.

Rinnovabili, autoconsumo, mercato dell'energia: cosa prevede la legge di delegazione europea

Per leggere il contenuto prego
o