Lavoro in UE: dal 1 luglio nuovo look per la piattaforma Europass

 

Lavoro giovani - photo credit: Karolina Grabowska da PexelsEuropass cambia veste. A partire dal 1° luglio sarà online la versione aggiornata della piattaforma che aiuta studenti e lavoratori a cogliere le opportunità di formazione e lavoro presenti in tutta Europa.

> Lavoro: come funziona il bonus assunzioni under 35

Istituito nel 2004, il quadro Europass ha l'obiettivo di sostenere la mobilità delle persone in Europa per fini di istruzione e lavoro, facilitando la la comprensibilità e il riconoscimento delle competenze e delle qualifiche delle persone.

Europass si rivolge quindi ai cittadini, per aumentare le chance di trovare lavoro o maturare un'esperienza di formazione, ai datori di lavoro, per comprendere le competenze e le qualifiche dei candidati, e agli enti d'istruzione e formazione, per stabilire e comunicare il contenuto dei propri programmi formativi.

Gli strumenti utilizzati per centrare l'obiettivo sono una serie di documenti che studenti e lavoratori possono utilizzare per fornire informazioni sui propri percorsi di formazione e lavoro:

  • il curriculum vitae (CV) Europass,
  • il passaporto delle lingue Europass, che permette di autovalutare le proprie conoscenze linguistiche,
  • i supplementi al certificato e al diploma Europass, che descrivono le conoscenze e le competenze acquisite dai possessori di certificati d'istruzione e formazione professionale e di titoli di istruzione superiore,
  • il documento Europass Mobilità, che registrano le competenze acquisite durante i periodi di apprendimento o formazione in altri Paesi membri.

Nel 2018 l'UE ha approvato la revisione del quadro Europass, così da offrire uno strumento online più efficiente per la creazione di cv e profili delle competenze, mezzi per l'autovalutazione, informazioni personalizzate sulle opportunità di apprendimento in Europa, analisi sui fabbisogni di competenze nel mercato del lavoro e sostegno per il riconoscimento delle proprie qualifiche.

La nuova piattaforma online sarà disponibile dal 1° luglio e permetterà di accedere gratuitamente alle informazioni e agli strumenti in 29 lingue. Tramite la piattaforma UE per la mobilità del lavoro EURES, gli utenti potranno ricevere suggerimenti personalizzati di corsi e posti di lavoro, cui potranno candidarsi compilando cv e lettere di accompagnamento direttamente mediante l'editor online di Europass.

Il nuovo portale prevede anche una biblioteca virtuale in cui gli utenti potranno caricare documenti, diplomi e immagini, così da avere tutto a disposizione quando vogliono allegare informazioni aggiuntive nell'ambito di una candidatura. In più, potranno condividere un link al loro profilo con datori di lavoro, recruiter e servizi per l’impiego e ottenere consigli e supporto sulla loro carriera.

Oltre al portale web, in ogni Paese UE è attivo un Centro nazionale Europass, che coordina tutte le attività collegate ai documenti Europass e funge da primo punto di contatto per singoli, aziende e istituzioni. Nel caso dell'Italia, il Centro nazionale Europass è l'ANPAL, l'Agenzia nazionale per le politiche attive del lavoro.

> Per approfondire: UE: piu’ imprenditorialita’ grazie a giovani, donne e stranieri

Per leggere il contenuto prego
o