MISE: Blockchain, al via consultazione su strategia nazionale

 

Al via la consultazione MISE su blockchainIl Ministero dello Sviluppo Economico ha avviato la consultazione pubblica sul documento di sintesi della strategia italiana per la blockchain e i registri distribuiti.

MISE - scelti esperti che prepareranno le strategie su IA e blockchain

Realizzata con il contributo del gruppo di esperti selezionati dal MISE, la consultazione sulla strategia italiana sulle tecnologie basate su registri distribuiti (DLT) e blockchain vuole consentire all’Italia di avere un ruolo trainante nello sviluppo di questi settori. 

"L’obiettivo – come indicato dal Ministro dello Sviluppo economico Stefano Patuanelli - è quello di supportare e favorire la transizione digitale del sistema produttivo e di far diventare l’Italia un Paese europeo all’avanguardia nelle tecnologie emergenti. La stesura della strategia per la Blockchain e i registri distribuiti è un passo importante affinché questa tecnologia diventi centrale, così come per l’Intelligenza artificiale, per lo sviluppo economico e sociale del Paese, oltre a costituire il contributo italiano ad un’azione sinergica tra i paesi membri della UE", ha spiegato la sottosegretaria Mirella Liuzzi.

Consultazione su Strategia Nazionale Blockchain

Nel documento di sintesi in consultazione vengono approfondite policy e strumenti sui temi connessi allo sviluppo e all’adozione di tecnologie per blockchain e registri distribuiti in modo da favorirne l’applicazione per imprese, pubblica amministrazione e cittadini.

Individuati, inoltre, i principali casi d’uso e i settori di applicazione di questa tecnologia che può diventare un efficace strumento per la tutela e la valorizzazione delle filiere produttive del nostro made in Italy e per il contrasto, con maggiore efficacia, della contraffazione dei prodotti a vantaggio della trasparenza per i consumatori.

Le proposte avanzate dai 30 esperti selezionati dal MISE, mirano a raggiungere i seguenti obiettivi:

  • dotare l’Italia di un quadro regolamentare competitivo nei confronti degli altri paesi;
  • incrementare gli investimenti, pubblici e privati, nella Blockchain/DLT e nelle tecnologie correlate (i.e. IoT, 5G);
  • proporre campi applicativi della tecnologia al fine di indirizzare correttamente i possibili investimenti, in coerenza con i settori chiave dell’economia Italiana;
  • migliorare efficienza ed efficacia nell’interazione con la pubblica amministrazione tramite l’adozione del principio Once-Only e della decentralizzazione;
  • favorire la cooperazione europea ed internazionale tramite adozione della comune infrastruttura europea da parte dell’EBSI (European Blockchain Systems Infrastucture);
  • utilizzare la tecnologia per favorire la transizione verso modelli di economia circolare, in linea con l’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile;
  • promuovere l’informazione e la consapevolezza della Blockchain/DLT tra i cittadini.

Nel documento  si formulano, sulla base delle analisi e delle osservazioni svolte, un insieme di raccomandazioni che si ritengono necessarie a favorire un'adozione di massa di queste tecnologie, indicando priorità e direzioni su cui focalizzare sostegno finanziario, attività formativa ed informativa, definizione e sviluppo del quadro regolamentare tenendo conto dei possibili scenari evolutivi di questa tecnologia.

La sintesi del documento redatto dagli esperti sarà in consultazione pubblica fino al 20 luglio 2020 al fine di raccogliere osservazioni, suggerimenti o ulteriori elementi utili per un affinamento della strategia. Al termine del periodo di consultazione il Governo completerà la redazione della strategia nazionale per Blockchain e registri distribuiti definitiva.

Prosegue, intanto, il percorso di elaborazione della strategia sull’Intelligenza Artificiale, il cui documento finale verrà successivamente condiviso con l’Unione europea.

Intelligenza artificiale - Bruxelles lancia un Piano per cooperazione UE

Per leggere il contenuto prego
o