Cultura: Italia guida progetto per digitalizzare patrimonio cinese in UE

 

UE-Cina: progetto Pagode Europeana CinaVia libera al progetto Pagode Europeana Cina: il portale per l’arricchimento e la valorizzazione del patrimonio artistico e culturale cinese detenuto dagli archivi e dalle istituzioni europee.

Commercio e investimenti Ue-Cina: alleanza inevitabile, ma senza ingenuita’

I rapporti economici e commerciali sempre più intensi tra Europa e Cina presentano anche una dimensione culturale caratterizzata da profonde e antiche tradizioni e relazioni.

In questo contesto, il Ministero dello sviluppo economico, in ruolo di coordinatore di soggetti del mondo scientifico e culturale europeo – provenienti da Germania, Belgio, Grecia e Slovenia – ha avviato il progetto Pagode Europeana China, cofinanziato dall'Unione europea nell'ambito del programma CEF (Connecting Europe Facility).

Pagode Europeana Cina: come funziona il portale?

L'iniziativa Pagode è un'occasione rivolta a partner ad alta qualificazione ed esperienza nell’innovazione tecnologica, per digitalizzare oggetti del patrimonio culturale cinese, incentivando la collaborazione internazionale tra musei e archivi europei e le istituzioni cinesi.

Il contributo massimo dell'Unione europea al progetto è pari a 427mila euro, con una copertura percentuale di supporto pari al 75% dei costi ammissibili. 

La scelta dei soggetti coinvolti nel progetto è strategica, poiché il consorzio integra capacità eterogenee in diverse aree:

  • progettazione solida e gestione finanziaria (MISE, Ministero dello sviluppo economico italiano),
  • esperienza pluriennale e di successo nell'aggregazione di dati e nella loro diffusione (Photoconsortium),
  • gestione di archivi culturali digitali sia come Istituto di Patrimonio Culturale Pubblico (KIK-IRPA) sia come attività commerciale privata (Archivi Uniti),
  • competenza riconosciuta dal mondo accademico (Università di Lubiana - Dipartimento di Studi asiatici) e competenza tecnica nella fornitura di servizi digitali a CHI (Postscriptum).

Lo scopo del progetto è promuovere ed accrescere il patrimonio artistico del Sol Levante raccolto negli archivi europei, attraverso l’immissione di circa 10mila nuovi oggetti e il potenziamento dei metadati di circa 20mila oggetti presenti nel portale Europeana.

Oltre a questi contributi, l'inizitiva fornirà linee guida e best practice per definire un protocollo di interazione tra gli aggregatori di Europeana, che potrà supportare le collaborazioni nella selezione, nella cura dei metadati e nell'annotazione di contenuti.

Infine, il progetto Pagode comprende una mostra fisica sul patrimonio culturale cinese in Europa e la creazione di una nuova collezione tematica sulla piattaforma Europeana.

Il lavoro è organizzato in 5 attività:

  • gestione e coordinamento del progetto (MISE e Promoter);
  • organizzazione dei contenuti e gestione degli stessi sul sito Europeana (Photoconsortium);
  • cura e digitalizzazione dei contenuti (Università di Lubiana e KIK-IRPA);
  • qualità dei contenuti e raccolta tematica Europeana (Postscriptum e Photoconsortium);
  • comunicazione, diffusione, coinvolgimento degli utenti e sostenibilità (Promoter e Postscriptum).

Il progetto verrà completato a settembre 2021.

> Consulta la piattaforma Pagode Europeana Cina

Per leggere il contenuto prego
o