Commissione UE aumenta tutele per industria siderurgica europea

 

Acciaio: Photocredit: sawaeng wonglakorn da PixabayEntrano in vigore oggi gli adeguamenti decisi dalla Commissione europea per rendere più efficaci le misure - già in vigore - che tutelano l’industria siderurgica europea, dopo la scelta americana dello scorso anno di imporre dazi sulle importazioni di acciaio dall’UE.

Dazi USA - Acciaio, Trump colpisce anche UE

Pubblicata sulla Gazzetta ufficiale dell’Unione europea del 27 settembre 2019, la nuova decisione della Commissione a tutela dell’acciaio Made in Europe è stata adottata a seguito di una consultazione che ha interessato gli Stati membri e i principali stakeholder europei.

Acciaio - in vigore il regolamento di salvaguardia contro i dazi USA

Perché aumentare le tutele per la siderurgia europea?

Iniziata il 17 maggio scorso, la consultazione lanciata dalla Commissione era in realtà prevista dallo stesso Regolamento 2019/159 con cui sono state adottate le misure di salvaguardia dell’acciaio europeo, entrate in vigore il 2 febbraio 2019.

In particolare, nel corso della consultazione, la Commissione ha provveduto ad un riesame del Regolamento n. 159 del 31 gennaio 2019, invitando le parti a rendere note le proprie opinioni in relazione a cinque punti:

  • Livello e assegnazione del contingente tariffario per un certo numero di categorie di prodotti specifici;
  • Eliminazione dei flussi commerciali tradizionali;
  • Potenziali effetti dannosi nel raggiungimento degli obiettivi di integrazione perseguiti con i partner commerciali preferenziali;
  • Aggiornamento dell'elenco dei paesi in via di sviluppo, esclusi dal campo di applicazione delle misure, sulla base di statistiche aggiornate relative alle importazioni; 
  • Altri cambiamenti di circostanze che potrebbero richiedere un adeguamento del livello di allocazione del contingente tariffario.

Dazi USA - la disputa Airbus-Boeing mette a rischio il Made in Italy

Gli adeguamenti decisi dalla Commissione

Sulla base di quanto emerso, la Commissione ha pertanto deciso di adottare i seguenti adeguamenti:

  • Miglioramento del funzionamento della quota per alcuni prodotti, compresi l'acciaio piatto laminato a caldo e l'acciaio destinato al settore automobilistico;
  • Aggiornamento dell'elenco delle esclusioni per i paesi in via di sviluppo, sulla base di statistiche sulle importazioni più recenti;
  • Rallentamento della liberalizzazione delle importazioni, tramite una riduzione del ritmo del progressivo aumento delle quote di importazione, che passa dal 5% al ​​3%.

Biciclette cinesi - l’UE conferma i dazi antidumping

> Consulta la decisione della Commissione

Photocredit: sawaeng wonglakorn da Pixabay

Per leggere il contenuto prego
o