Intelligenza artificiale: MISE cerca opinioni su strategia nazionale

 

Intelligenza artificialeAperta fino al 13 settembre la consultazione pubblica sulla Strategia nazionale per l’Intelligenza Artificiale, elaborata dal Ministero dello Sviluppo economico con il supporto del gruppo di esperti che erano stati incaricati di redigere il piano.

> Proprieta' intellettuale - task force su intelligenza artificiale

A giugno gli esperti hanno redatto un documento di oltre 80 pagine in cui sono raccolte riflessioni e raccomandazioni per promuovere un uso etico e sostenibile dell'intelligenza artificiale. Il documento è il risultato di un confronto tecnico portato avanti a partire dallo scorso mese di gennaio da un gruppo di esperti selezionati dal MiSE e coordinati dal sottosegretario Andrea Cioffi.

I pilastri della strategia italiana per l'IA

La strategia italiana per l'intelligenza artificiale si concentra sui temi legati all’educazione, alle competenze e all’apprendimento permanente, con l'obiettivo di rendere competitiva e rilevante l’Italia nel contesto europeo e globale. 

Riprendendo l'approccio antropocentrico all’IA adottato dalla Commissione UE, gli esperti del MISE propongono una serie di interventi per tutelare l’individuo in quanto consumatore e utente:

  • contrastare la concentrazione dei dati nelle mani di poche aziende private;
  • garantire sanzioni adeguate, enforcement e risarcimento per le vittime danneggiate da pratiche di decisione automatizzata che comportano effetti discriminatori e/o illegali;
  • contrastare efficacemente le nuove forme di pubblicità potenzialmente ingannevole e altre pratiche commerciali scorrette che l’intelligenza artificiale rende possibili.

Al di là delle nuove competenze, occorre che il Governo italiano si ponga il problema dell’impatto dell’intelligenza artificiale sul mondo del lavoro. Per questo si raccomanda di garantire il diritto dell’individuo, occupato e non, ad accedere a corsi di aggiornamento delle competenze, nell’ottica di un 'work-train-life balance' appropriato.

Intelligenza artificiale - brevetti, ecco le aziende che innovano di piu'

Consultazione sulla strategia nazionale IA

Il documento sulla Strategia nazionale sull'Intelligenza Artificiale è composto da un capitolo iniziale in cui si parla della visione italiana, seguito poi da nove capitoli che corrispondono ognuno a nove obiettivi che la strategia si propone di raggiungere:

  • incrementare gli investimenti pubblici e privati;
  • potenziare l’ecosistema della ricerca e dell’innovazione;
  • sostenere l’adozione delle tecnologie digitali;
  • porre l’intelligenza artificiale al servizio della forza lavoro;
  • sfruttare il potenziale dell’economia dei dati;
  • consolidare il quadro normativo etico;
  • promuovere la consapevolezza e la fiducia nell'intelligenza artificiale tra i cittadini;
  • rilanciare la pubblica amministrazione e rendere più efficienti le politiche pubbliche;
  • favorire la cooperazione europea ed internazionale per un’intelligenza artificiale responsabile e inclusiva.

“Da un confronto ampio con tutte le parti interessate, cittadini e imprese, stakeholder del settore e non, emergeranno spunti utili per una efficace implementazione della Strategia nazionale attraverso strumenti ed interventi mirati dello Stato”, ha dichiarato il sottosegretario Cioffi.

Durante il periodo di consultazione pubblica, dal 19 agosto al 13 settembre, potranno essere presentate osservazioni, suggerimenti e spunti di approfondimento per ciascuno dei nove obiettivi della Strategia nazionale, sia di carattere tecnico che formale.

> Partecipa alla consultazione

Per leggere il contenuto prego
o