Agricoltura di precisione – al via hub tecnologico IBF Servizi

 

Presentazione IBF Servizi - Photo credit: IsmeaDa una partnership pubblico-privato tra Ismea e Bonifiche Ferraresi nasce IBF Servizi, il primo hub tecnologico per l’agricoltura italiana che mira a ottimizzare i processi produttivi, riducendo i costi di produzione e favorendo la sostenibilità ambientale.

Innovazione - in Italia cresce il mercato dell'agricoltura 4.0

Il progetto per sviluppo dell’agricoltura di precisione vede la partecipazione di Leonardo attraverso e-GEOS (società di Telespazio e dell’Agenzia Spaziale Italiana), tra i protagonisti internazionali nell’osservazione satellitare della Terra e nella geo-informazione, e A2A Smart City, società del Gruppo A2A che sviluppa e gestisce infrastrutture tecnologiche abilitanti per servizi digitali integrati e connessi in rete.

L’iniziativa è stata presentata, alla presenza del ministro delle Politiche Agricole Gian Marco Centinaio, dal direttore generale di Ismea Raffaele Borriello, dall'amministratore delegato di A2A Valerio Camerano, dal presidente di Leonardo Gianni De Gennaro e da Federico Vecchioni, amministratore delegato di BF S.p.A.

Agricoltura 4.0 - l'impatto della rivoluzione digitale sulla PAC

Attraverso i sistemi informativi territoriali e quelli di localizzazione satellitare, oltre ai sensori prossimali e remoti, si punta a pianificare e gestire in maniera ottimale l'utilizzo dei fattori produttivi in agricoltura.

In particolare, i servizi forniti comprendono il monitoraggio delle colture e la raccolta di dati a supporto delle decisioni in materia di irrigazione e difesa dagli agenti patogeni, ma anche la fornitura di mappe di prescrizione per pianificare la semina e la concimazione. Le varie attività sono modulabili e applicabili sia su piccoli appezzamenti che su terreni di grandi estensioni.

“Il valore dell'agricoltura di precisione è un approccio razionale, preciso ed efficiente sotto il profilo delle risorse naturali impiegate e la gestione dei fattori della produzione, ma anche di altri fondamentali valori immateriali come i servizi ecosistemici. Iniziative come questa possono contribuire all'adozione e diffusione dei sistemi di gestione avanzata ed assistenza tecnica in agricoltura su vasta scala territoriale, proiettando il settore nel terzo millennio per un made in Italy sempre più di qualità e all'avanguardia”, ha commentato il ministro Centinaio.

“Facilitare l’accesso alle metodologie, alle pratiche e alle tecnologie dell’agricoltura di precisione vuol dire migliorare la competitività delle nostre imprese anche attraverso una riduzione dei costi di produzione, favorendo un’agricoltura sempre più rispettosa dell’ambiente e della salute dei cittadini. La partecipazione dell’Ismea assicurerà che tutte le aziende agricole italiane potranno beneficiare di questi vantaggi, anche quelle che per dimensioni, volume di affari e limiti di formazione non avrebbero l’opportunità di usufruirne”, ha sottolineato il direttore Borriello.

BF S.p.A. considera la partnership azionaria in IBF Servizi con A2A e Leonardo, dopo quella con Ismea, una perfetta integrazione di conoscenze e di risorse umane dedicate a quello che oggi rappresenta in Italia uno straordinario esempio di innovazione tecnologica applicata alla filiera agroindustriale”, ha aggiunto l'ad di BF Vecchioni. “L’agricoltura di precisione è infatti in grado sia di rappresentare la migliore garanzia per il consumatore finale della qualità dei prodotti alimentari e dell’uso razionale e responsabile delle risorse naturali sia di fare dell’innovazione un fattore di competitività, comune denominatore di tutti i settori produttivi, e che vede oggi il comparto agricolo uno degli esempi di maggiore applicazione”.

Fondi UE - PAC post 2020 e Horizon Europe per agricoltura sostenibile

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o