Emirati Arabi Uniti - missione per imprese e banche italiane

 

Missione Emirati Arabi UnitiSiglato a Dubai l'accordo di cooperazione su startup e PMI innovative tra il governo italiano e quello emiratino. L'intesa è stata firmata nell'ambito della missione negli Emirati Arabi Uniti, organizzata da Confindustria, Agenzia ICE e ABI, sotto l’egida dei Ministeri degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale e dello Sviluppo Economico.

Expo Dubai 2020 - Confindustria promuove la partecipazione italiana 

La missione, che si conclude oggi, è stata guidata dal ministro per lo Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, coadiuvato nel ruolo di delegato all'internazionalizzazione dal sottosegretario di Stato agli affari esteri ed alla cooperazione internazionale, Manlio Di Stefano.

Missione negli Emirati Arabi Uniti

La missione negli Emirati Arabi Uniti rappresenta un’importante occasione per approfondire le opportunità di partenariato industriale, commerciale e di investimento per le imprese italiane in un paese che riveste un ruolo primario nella regione, anche in vista dell’Esposizione Universale che si terrà a Dubai dal 20 ottobre 2020 al 10 aprile 2021.

Expo 2020 - con SACE opportunita' per imprese italiane a Dubai

L’iniziativa si è concentrata su diversi settori - infrastrutture, energia & ambiente, sanità e farmaceutico, agroindustria (in particolare per le tecnologie innovative legate alla coltivazione in ambienti con scarsità di acqua), ICT - e ha visto la partecipazione di 147 aziende, 8 associazioni imprenditoriali, 7 banche per un totale di 350 iscritti.

Gli Emirati Arabi Uniti (EAU), con la loro posizione geografica strategica al centro delle principali direttrici est-ovest e le abbondanti riserve di combustibili fossili, sono diventati in meno di 50 anni un paese fortemente sviluppato con un tenore di vita tra i più alti al mondo.

La politica governativa degli ultimi anni ha puntato a stimolare la diversificazione economica attraverso l’adozione del programma Vision 2021, che contiene le linee strategiche per lo sviluppo del paese fortemente orientato all’implementazione dell’innovazione, tema al centro di EXPO 2020 Dubai: Connecting Minds, Creating the Future.

Business Forum Italia-Emirati Arabi Uniti

Il 15 aprile Di Maio è intervenuto a Dubai nel corso del Business Forum Italia-Emirati Arabi Uniti, al termine della quale è stato sottoscritto con il ministro dell’Economia degli EAU, Sultan bin Saeed Al Mansouri, un Memorandum d’intesa per promuovere la cooperazione e gli investimenti nel settore delle start-up e delle PMI innovative.

“Si tratta di una missione molto importante - ha dichiarato Di Maio - perché in questo paese ci sono buone occasioni per le nostre aziende che negli anni si sono fatte conoscere, costruendo delle opere imponenti. Il numero di imprese partecipanti alla missione è da record, sia per cogliere le opportunità di lavoro presenti negli EAU sia per favorire l’export dei prodotti della nostra filiera per cui siamo riconosciuti come i migliori al mondo. Insieme al Governo emiratino abbiamo siglato un importante accordo di cooperazione sulle startup e le PMI innovative, che ci consentirà di favorire investimenti e scambiare know how, sostenendo così le imprese nel processo di innovazione”.

Gli EAU forniranno il loro supporto al Fondo Nazionale Innovazione, il veicolo finanziario di Cassa Depositi e Prestiti per gli investimenti in start-up operanti nei settori della farmaceutica, dell’ingegneria meccanica e della tecnologia finanziaria. L’Italia, invece, favorirà l’accesso di imprese emiratine ai competence center, gli strumenti di partnership pubblico-privato previsti dal Piano nazionale Impresa 4.0. L’intesa permetterà, infine, l’accesso reciproco agli incubatori e acceleratori presenti sul proprio territorio e all’organizzazione di programmi di formazione congiunti.

Di Maio ha poi incontrato il ministro di Stato per le Scienze Avanzate, Sara Al Amiri, il ministro di Stato per l’Intelligenza Artificiale, Sultan Al Olama e il CEO di Dubai Future Foundation, Khalfan Belhoul, fondazione che si pone l’obiettivo di divenire un incubatore per le tecnologie innovative. In occasione della presentazione ufficiale del Padiglione italiano ad EXPO2020, Di Maio ha incontrato lo sceicco Ahmed bin Saeed Al Maktoum, presidente dell’Alto Commissariato Expo Dubai 2020.

ABI, 9 miliardi di euro per le imprese

Nel corso del Business Forum, il presidente del Comitato Tecnico ABI per l’internazionalizzazione, Guido Rosa, ha ricordato che le banche italiane hanno messo a disposizione delle imprese 9 miliardi di euro per finanziare esportazioni e nuove attività imprenditoriali nella federazione dei sette emirati indipendenti di Abu Dhabi, Ajman, Dubai, Fujaira, Ras al Khaimah, Sharjah e Umm al-Qaywayn.

“La missione di sistema negli Emirati Arabi Uniti - ha detto Rosa - è un segnale tangibile dell’interesse crescente del mondo bancario a supporto delle strategie di internazionalizzazione del Paese. La delegazione bancaria italiana incontrerà la Banca Centrale emiratina e le principali banche locali, guidate dalla loro Associazione Bancaria (UBF), con l’obiettivo di fare il punto sullo stato delle relazioni interbancarie, esaminare congiuntamente come migliorare la collaborazione e rafforzare il supporto offerto alle imprese italiane, tanto dall’Italia quanto direttamente negli Emirati Arabi Uniti”.

SACE, accordo per proteggere gli investimenti delle aziende italiane

Nell’ambito del Business Forum sono stati, inoltre, sottoscritti accordi di cooperazione tra la Camera di Commercio italo-araba e la Etihad Credit Insurance (ECI), nonché l'accordo di riassicurazione tra SACE BT e la export credit company emiratina (ECI).

Quest'ultimo accordo consentirà a SACE BT, società specializzata nell’assicurazione e del credito a breve termine, di mettere a disposizione delle aziende italiane e delle loro controllate operanti negli Emirati Arabi Uniti, le proprie soluzioni assicurative a tutela del fatturato e di un’efficace gestione dei flussi di cassa.

“Con Etihad Credit Insurance abbiamo costruito da tempo una partnership strategica, lavorando insieme per rafforzare il sostegno agli investimenti e all’interscambio tra i nostri paesi, aumentando le opportunità e mitigando i rischi a cui si espongono le aziende italiane che operano (e opereranno sempre più) su questo importante mercato. Con questo accordo, riusciremo a raggiungere in modo ancora più efficace le aziende italiane e le loro controllate e partecipate attive negli Emirati con soluzioni utili a proteggere il loro business e migliorare concretamente la gestione dei flussi finanziari”, ha dichiarato Alessandro Decio, amministratore delegato di SACE.

Zone Economiche Speciali del Sud Italia

Durante la mattina del 16 aprile, invece, Di Maio ha partecipato alla presentazione delle Zone Economiche Speciali del Sud Italia (ZES) da parte di Intesa Sanpaolo presso la Dubai International Financial Centre. L’obiettivo è stato quello di promuovere gli investimenti nelle ZES presenti nelle Regioni del Mezzogiorno d’Italia attraverso agevolazioni creditizie e procedure semplificate per le imprese che intendono accedere alle opportunità di sviluppo garantite dalla presenza di aree portuali.

Di Maio ha poi incontrato Mattar al Tayer, presidente dell’Autorità governativa di Dubai per i trasporti e la mobilità. Nel corso del colloquio è stata sottolineata la volontà di valorizzare ulteriormente la forte e proficua relazione tra l’Italia e gli Emirati Arabi, attraverso lo sviluppo dei grandi progetti infrastrutturali in corso di realizzazione che coinvolgono le società italiane negli EAU.

Expo 2020 Dubai - il bando per diventare partner e sponsor del Padiglione Italia

Per leggere il contenuto prego
o