Acciaio - misure di salvaguardia definitive per riequilibrare il mercato

 

AcciaioPer evitare l'impennata di importazioni in UE di prodotti siderurgici, la Commissione intende imporre misure di salvaguardia definitive sull'ingresso di determinati prodotti d'acciaio nell’Unione.

UE-Giappone - accordo commerciale effettivo da febbraio 2019

Sono state notificate all’Organizzazione mondiale del commercio (OMC) le conclusioni della Commissione europea riguardanti l’inchiesta di salvaguardia sui flussi in entrata di determinati prodotti dell'acciaio.

L’inchiesta, lo ricordiamo, è stata avviata a marzo 2018 da Bruxelles come parte della risposta europea alla decisione della Casa Bianca di imporre tariffe sui prodotti siderurgici in entrata negli Stati Uniti. L’UE temeva, infatti, che i prodotti non più importati dai Paesi terzi in USA ricadessero a cascata sul mercato europeo.

Le indagini della Commissione hanno dimostrato che le importazioni di prodotti siderurgici nell'UE sono effettivamente aumentate in modo significativo e che, probabilmente, aumenteranno ancora. Sulla base di tali risultati, quindi, l’UE intende imporre misure definitive da sostituire a quelle provvisorie introdotte nell’estate 2018.

Le contromisure previste dalla Commissione consistono in una combinazione di quote e tariffe su 26 categorie di prodotti siderurgici e serviranno a garantire il mantenimento dei livelli tradizionali di commercio di acciaio sul mercato UE.

Le conclusioni della Commissione sono già state presentate agli Stati membri, che le voteranno a metà gennaio. Una volta ricevuto l'ok da parte dei Paesi UE, le misure definitive potrebbero entrare in vigore già a inizio febbraio.

OMC: UE contesta a Cina misure sul trasferimento tecnologico forzato

Per leggere il contenuto prego
o