Blockchain - Italia con Paesi EuroMed 7 per cooperazione su nuove tecnologie

 

BlockchainL’Italia si impegna, insieme agli altri Paesi del Sud Europa che formano l'EuroMed 7, a rafforzare la cooperazione transfrontaliera per promuovere lo sviluppo della blockchain.

Legge Bilancio 2019 - cosa c’e’ per venture capital, blockchain e IA

L’EuroMed 7, il gruppo informale che raccoglie sette Paesi mediterranei membri dell'Unione europea (Francia, Italia, Spagna, Portogallo, Grecia, Cipro e Malta), ha siglato nelle scorse ore una dichiarazione di intenti in cui si riconosce la blockchain - e, più in generale, le tecnologie basate su registri distribuiti (Distributed Ledger Technology, DLT) - come driver determinante per lo sviluppo dei membri del gruppo.

La dichiarazione prevede l’impegno, da parte dei sette Paesi UE, a creare un coordinamento transfrontaliero - anche tecnico - per sperimentare l’utilizzo di queste tecnologie e di quelle emergenti, quali il 5G, l’Internet of Things, l’intelligenza artificiale (AI).

Blockchain: MISE cerca esperti per strategia nazionale

Nei negoziati che hanno preceduto la firma della dichiarazione, spiega il MISE, l’Italia ha rimarcato come risulti fondamentale favorire la conoscenza e la sperimentazione delle tecnologie emergenti a tutti i livelli e assicurare che, nella costruzione di una cornice giuridica di riferimento, venga garantito il mantenimento del loro carattere decentralizzato.

“Il nostro impegno - ha affermato il ministro dello Sviluppo Economico Luigi Di Maio - è rivolto a rendere l’Italia un Paese leader nello sviluppo e nella sperimentazione della blockchain, nel bacino Mediterraneo e in Europa”.

European Blockchain Partnership - ora c'e' anche l'Italia

Per leggere il contenuto prego
o