UE e partner OMC lavorano alla riforma del commercio internazionale

 

Riforma OMCNel corso di una riunione a Ottawa tredici membri dell'OMC hanno concordato una serie di azioni concrete da intraprendere per riformare il sistema multilaterale del commercio nel rispetto della concorrenza e di regole eque.

Commercio - ecco come Bruxelles vuole rinnovare l'OMC

Il 24 e il 25 ottobre scorsi 13 membri dell'Organizzazione mondiale del commercio (OMC) - tra cui l'UE, rappresentata dalla commissaria per il commercio Cecilia Malmstroem - hanno partecipato ad una riunione ministeriale ad Ottawa, in Canada. 

OMC: azioni concrete per migliorare il commercio internazionale

I rappresentanti dei 13 partner presenti hanno ribadito il proprio impegno a salvaguardare il sistema multilaterale basato su regole eque e certe e, con un comunicato congiunto, hanno proposto una serie di azioni concrete per riformare alcuni aspetti della normativa commerciale internazionale e l'OMC stessa. 

I partner hanno concordato di:

  • lavorare a soluzioni concrete per risolvere la crisi del sistema di risoluzione delle controversie, attualmente in una condizione di impasse a causa del blocco delle nomine dei nuovi membri,
  • rinvigorire la funzione negoziale dell'OMC, riconoscendo al contempo la necessità di prevedere nuovi modelli di negoziazione interni all'Organizzazione,
  • affrontare le realtà dell'economia odierna e, in particolare, le distorsioni del mercato causate dalle sovvenzioni,
  • concludere i negoziati sui sussidi alla pesca entro il 2019, 
  • affrontare le questioni legate al commercio elettronico,
  • assicurare un monitoraggio e una trasparenza efficaci in seno all'OMC,
  • migliorare il rispetto degli obblighi di notifica.

Pratiche commerciali sleali – UE aumenta protezione agricoltori

Le proposte dell'UE per la riforma dell'OMC

L'esito della riunione ministeriale, si legge nel comunicato di Bruxelles, rispecchia ampiamente le proposte avanzate dall'UE in un concept paper, pubblicato a settembre 2018 in risposta alle conclusioni del Consiglio europeo di giugno, che invitava l'Esecutivo a proporre un approccio globale per migliorare il funzionamento dell'OMC.

Il documento della Commissione individua due obiettivi principali da perseguire:

  • creare le condizioni per affrontare i problemi prioritari del commercio globale man mano che esso si evolve,
  • indirizzare l'Organizzazione verso un modello di negoziazione in cui le singole questioni possano essere affrontate dai membri interessati sotto l'egida dell'OMC, in vista di un accordo tra alcuni o tutti i partner.

UE e Singapore rafforzano la cooperazione su commercio e investimenti

Nel dettaglio, ecco le principali proposte dell'UE:

  • nuove regole per riequilibrare il sistema commerciale internazionale, attraverso:
    - il miglioramento della trasparenza e delle notifiche di sussidio,
    - il contrasto alle imprese di proprietà statale,
    - misure più efficaci per i tipi di sussidi più distorsivi del commercio,
  • nuove regole per affrontare le barriere allo scambio di servizi e agli investimenti, anche nel campo del trasferimento tecnologico forzato,
  • un nuovo approccio alla flessibilità nel contesto degli obiettivi di sviluppo, 
  • rafforzare gli aspetti procedurali delle attività di regolamentazione dell'OMC,
  • riforma radicale delle disposizioni che regolamentano il sistema di risoluzione delle controversie.

> Consulta il concept paper della Commissione UE

Per leggere il contenuto prego
o