ANAC - ecco come contribuire al Piano nazionale anticorruzione per le PA

 

Corruzione - Photo credit Nick Youngson CC BY-SA 3.0 Alpha Stock ImagesSarà aperto a consultazione pubblica fino al 15 novembre l’aggiornamento 2018 del Piano Nazionale Anticorruzione, che definisce la strategia di contrasto ai fenomeni corruttivi per le amministrazioni pubbliche.

Appalti - banca dati ANAC premiata dalla Commissione UE

L'aggiornamento 2018 al Piano Nazionale Anticorruzione (PNA) - stilato nel 2016 - costituisce l'atto di indirizzo dell'ANAC (Autorità nazionale anticorruzione) per le pubbliche amministrazioni in materia di contrasto al rischio di fenomeni corruttivi. Il documento ha durata triennale e viene aggiornato annualmente.

In continuità con le precedenti edizioni, per l'aggiornamento 2018 sono stati scelti alcuni settori di attività e tipologie di amministrazioni che, per la peculiarità e la rilevanza degli interessi pubblici trattati, si ritengono meritevoli di approfondimento, al fine di esaminare i principali rischi di corruzione e i relativi rimedi e di fornire supporto nella predisposizione dei piani triennali per la prevenzione della corruzione (PTPC) alle PA coinvolte.

I focus di quest'anno sono:

  • agenzie fiscali,
  • gestione dei fondi strutturali e politiche di coesione,
  • gestione dei rifiuti,
  • semplificazioni per i piccoli Comuni.

ANAC - al via la rete europea per prevenire la corruzione

Per la predisposizione degli approfondimenti l’ANAC ha costituito appositi tavoli tecnici a cui hanno preso parte le amministrazioni direttamente interessate e i principali operatori dei settori coinvolti.

L’aggiornamento, approvato dal Consiglio dell’Autorità nella seduta del 24 ottobre, è ora sottoposto a consultazione pubblica fino al 15 novembre 2018 con l'obiettivo di raccogliere osservazioni, suggerimenti e contributi in vista della elaborazione del testo definitivo.

> Partecipa alla consultazione

Photo credit Nick Youngson CC BY-SA 3.0 Alpha Stock Images

Per leggere il contenuto prego
o