Interreg Italia-Grecia: al via il progetto di cooperazione FRESH WAYS

 

Mobilità sostenibile Aeroporti di Puglia, insieme con la CCIAA di Bari, l’Università del Salento, la Camera di Commercio di Preveza e l’Università di Patrasso, hanno lanciato il progetto FRESH WAYS nell'ambito del Programma Interreg V-A Grecia–Italia 2014-2020 per l'ottimizzazione del sistema dei trasporti. 

>Mobilita’ sostenibile - al Forum PA gli esempi di Bari e Milano

Si è svolto nei giorni scorsi, presso la sede di Aeroporti di Puglia S.p.A. a Palese-Bari, l'evento di lancio del progetto di cooperazione transfrontaliera "Cross-border mechanisms for Green Intermodal and Multimodal Transport of FRESH products - FRESH WAYS", finanziato con 2 milioni e 621.935 euro dal Programma Interreg V-A Grecia–Italia 2014-2020.

Il progetto FRESH WAYS

L'iniziativa FRESH WAYS ha come obiettivo l’elaborazione di una strategia per l’ottimizzazione del sistema dei trasporti che permetta di ridurre sensibilmente il ricorso a vettori su gomma e marittimi, ed il potenziamento dell’offerta di collegamenti aerei tra i due Paesi coinvolti, la Grecia e l'Italia. 

Il progetto mira ad accrescere il traffico di passeggeri, nonché a sperimentare l’utilizzo di alcune delle tratte destinate al traffico dei passeggeri anche a fini commerciali per il trasporto dei prodotti freschi, attraverso un utilizzo e monitoraggio in tempo reale delle stive degli aerei.

Inoltre, nell'ambito di FRESH WAYS, si prevede la realizzazione di una piattaforma di cooperazione tra amministrazioni pubbliche, centri di ricerca ed attori del settore industriale ed imprenditoriale, allo scopo di facilitare l’individuazione dei più innovativi ed adeguati investimenti futuri in tema di trasporto eco-sostenibile.

L'accordo stabilisce una durata del progetto di 24 mesi, a partire dal 31 luglio 2018. 

>Energia - e’ il momento dell’idrogeno

La Regione Puglia, in qualità di Autorità Nazionale, è stata incaricata per l’attuazione del Programma Grecia-Italia, motivo per cui partecipa agli eventi di lancio dei progetti finanziati e si ripropone di monitorarli con attenzione al fine di evidenziarne i risultati.

A detta del Dirigente Sezione Cooperazione Territoriale della Regione, Giuseppe Rubino, è fondamentale, alla luce delle discussioni in atto in ambito comunitario sul futuro scenario delle politiche di coesione, dimostrare con esempi concreti l’efficacia delle attività di cooperazione transfrontaliera marittima.

Il Presidente di Aeroporti di Puglia, Tiziano Onesti, ha dichiarato che i progetti di cooperazione transfrontaliera rientrano in un processo di internazionalizzazione del network che, oltre ai collegamenti con i principali hub continentali, guarda ad aree geograficamente limitrofe che tuttavia non sono ancora agevolmente raggiungibili.

CEF post 2020: fondi UE per energia, trasporti e digitale

Il Coordinatore Segretariato Congiunto del Programma Interreg V-A Grecia-Italia, Gianfranco Gadaleta, ha raccontato che FRESH WAYS rientra tra i 51 progetti finanziati dalla prima call del Programma.

Questi progetti coinvolgono oltre 200 partner tra Regioni, Comuni, Università, Camere di Commercio, Autorità Portuali, Centri di Ricerca e Organizzazioni no-profit della Puglia e delle tre Regioni Greche che aderiscono al Programma (Regione dell’Epiro, Regione delle Isole Ionie e Regione della Grecia Occidentale).

Il Dirigente della Sezione Trasporto Pubblico Locale e Grandi Progetti della Regione Puglia, Enrico Campanile, nel suo intervento ha dichiarato che FRESH WAYS rappresenta un altro importante tassello nella costruzione di un’area di dialogo virtuoso, di scambio e crescita economica tra Italia e Grecia. E' grazie a questo progetto ambizioso, inoltre, che si vuole dare stimolo allo sfruttamento delle vie aeree per fini commercialipotenziare il sistema logistico aeroportuale e contribuire così ad un’intensificazione degli scambi fra questi due Paesi del Mediterraneo ed alla valorizzazione dei loro prodotti tipici locali.

L'iniziativa FRESH WAYS, che vede ancora una volta capofila Aeroporti di Puglia, si propone, dunque, di contribuire al pari dei progetti già realizzati e di quelli in corso, a dare risposte concrete ed efficaci alle esigenze di mobilità di persone e merci nella macro regione adriatica.

Connettere l'Italia - MIT fa il punto della situazione

Per leggere il contenuto prego
o