Appalti - banca dati ANAC premiata dalla Commissione UE

 

Registro contratti pubbliciPrimo posto per la Banca Dati Nazionale dei Contratti Pubblici (BDNCP) dell’ANAC al contest europeo "Better Governance through Procurement Digitalization 2018", che premia le best practice in materia di digitalizzazione e trasparenza negli appalti pubblici.

ANAC - al via la rete europea per prevenire la corruzione

La Banca Dati Nazionale dei Contratti Pubblici (BDNCP) dell’Autorità nazionale anticorruzione (ANAC) ha ottenuto il primo posto nella competizione "Better Governance through Procurement Digitalization 2018", per la categoria "National Contract Register", dedicata ai principali registri dei contratti pubblici europei. Alla sua prima edizione, il contest lanciato lo scorso giugno dalla Commissione europea mira a sensibilizzare istituzioni, imprese e cittadini sui benefici della digitalizzazione e della trasparenza negli appalti pubblici, premiando le best practice a livello europeo.

La BDNCP, si legge nella nota ufficiale dell'ANAC, è stata premiata "per completezza, integrità dei dati, interoperabilità, disponibilità di funzioni di accesso ed analisi delle informazioni, governance e sostenibilità". Al secondo e terzo posto si sono classificati, rispettivamente, i registri dei contratti pubblici portoghese (Instituto dos Mercados Públicos, do Imobiliário e da Construção) ed estone (Rahandusministeerium). I premi sono stati consegnati nell’ambito della conferenza "Digital transformation of public procurement conference". 

Codice Appalti - scatta l'obbligo del DGUE in versione telematica

La BDNCP, spiega l'ANAC, comprende attualmente oltre 20 milioni di appalti pubblici pubblicati dal 2007 a oggi, ciascuno identificato da un Codice Identificativo Gara (CIG) che lo contraddistingue per tutto il suo ciclo di vita. Le informazioni raccolte nella banca dati dipendono dal valore del contratto - per i contratti di valore inferiore a 40mila euro vengono, infatti, acquisite solo alcune informazioni essenziali - e sono utilizzate tanto ai fini di monitoraggio e vigilanza del mercato che di analisi e programmazione della spesa pubblica da parte delle amministrazioni competenti. 

I dati relativi ai contratti sopra i 40mila euro aggiudicati nell’ultimo triennio sono disponibili in formato aperto attraverso il Portale della trasparenza, mentre tutti gli altri dati sono accessibili secondo le modalità stabilite da uno specifico regolamento dell'ANAC in materia.

Oltre ai contratti, all'interno della BDNCP sono censiti oltre 40mila enti aggiudicatori, organizzati in circa 185mila centri di spesa e 200mila operatori economici attivi nel settore degli appalti pubblici. Il contenuto informativo della banca dati, assicura l'Autorità, verrà progressivamente reso fruibile attraverso la Piattaforma Digitale Nazionale dei Dati, a valere sull'art. 50-ter del Codice dell’Amministrazione Digitale.

AgID - linee guida per pagamenti elettronici verso le PA

Per leggere il contenuto prego
o