Registro Nazionale Aiuti – MISE lavora a nuovi sviluppi

 

Registro nazionale aiutiIl Registro Nazionale degli Aiuti arriva a Bruxelles come best practice europea, mentre al MISE si valutano ulteriori sviluppi e funzionalità grazie al programma di finanziamento UE per il supporto alle riforme strutturali.

Registro Nazionale Aiuti Stato – Regolamento RNA in vigore da 12 agosto

Realizzato da Invitalia per conto del Ministero dello Sviluppo economico, il Registro Nazionale degli Aiuti (RNA) è stato presentato oggi a Bruxelles nel corso di un workshop promosso dalla DG Concorrenza della Commissione europea. Nella stessa giornata si sono chiusi i termini per partecipare alla consultazione lanciata dal Ministero del Sviluppo economico sulle possibili evoluzioni del Registro.

Aiuti di Stato: le decisioni della Commissione UE sul Porto di Napoli

Il Registro Nazionale Aiuti

Operativo dal 12 agosto 2017 e cofinanziato dal Programma Operativo Nazionale Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020, il Registro Nazionale degli Aiuti è il sistema adottato dall’Italia per rafforzare, rendere trasparenti ed efficaci i controlli amministrativi necessari per concedere agevolazioni nella forma di Aiuti di Stato o aiuti in de minimis.

Il Registro consente di verificare, prima della concessione, tutte le agevolazioni pubbliche assegnate ad un dato soggetto ed eventuali casi di superamento dei massimali.

A un anno dalla pubblicazione, sono 1.836 i regimi di aiuto censiti, oltre 5mila gli utenti registrati e quasi 1.300 i soggetti giuridici accreditati al portale RNA. Gli aiuti concessi dall’avvio dell’iniziativa sono oltre 450mila, per un valore complessivo che supera i 9 miliardi di euro.

Grazie alla interoperabilità con i sistemi informativi degli enti gestori, attraverso il Registro sono state sistematizzate e rese pubbliche informazioni relative ad aiuti e agevolazioni ora consultabili senza restrizioni, con nuovi servizi a disposizione di imprese e PA.

Portale RNA, work in progress

L’iniziativa italiana potrebbe rappresentare un modello interessante anche per altri Paesi dell'Unione ed è stata presentata oggi a Bruxelles in occasione del workshop on National State Aid Registries dell’iniziativa State Aid Modernization - SAM, presso la Direzione generale della Concorrenza della Commissione europea.

La presentazione a Bruxelles ha coinciso tra l'altro con la scadenza della consultazione avviata a luglio dal Ministero dello Sviluppo economico sulle possibili evoluzioni del Registro. Enti e amministrazioni che utilizzano lo strumento hanno avuto tempo fino ad oggi per inviare commenti e proposte e contribuire al dibattito sul futuro assetto del Registro.

I risultati confluiranno nello studio avviato dal MISE, grazie ai fondi del programma UE di supporto alle riforme strutturali, per valutare ulteriori servizi a sostegno del processo degli Aiuti di Stato. Tra le ipotesi sul tavolo, il censimento dei bandi alla pubblicazione, l'annullo virtuale delle fatture, sostitutivo della timbratura fisica, e l'estensione della registrazione delle spese rendicontate, a supporto delle valutazioni del rischio di cumulo e del controllo di ammissibilità.  

> Registro Nazionale degli Aiuti

Per leggere il contenuto prego
o