Consiglio UE - sforzi congiunti per tutelare Proprieta' intellettuale

 

Proprietà intellettuale - Photo on Foter.comLa lotta contro le violazioni dei diritti di proprietà intellettuale esige sforzi coordinati da parte di tutti gli attori pubblici e privati interessati. Lo afferma il Consiglio dell'UE nelle sue conclusioni sul rispetto dei diritti di proprietà intellettuale.

Brevetti - EPO, crescono richieste italiane 

Il Consiglio dell'UE ha adottato le conclusioni sul rispetto dei diritti di proprietà intellettuale (DPI) nell'UE, ribadendo il suo sostegno al pacchetto di misure - presentato a fine novembre dalla Commissione europea - per migliorare la protezione dei diritti di proprietà intellettuale, promuovere l'innovazione e adeguare il sistema all'era digitale.

Misure UE per tutelare la proprietà intellettuale

Con le misure presentate a novembre la Commissione UE intende garantire la tutela efficace dei diritti di proprietà intellettuale, incoraggiando le imprese europee, in particolare le PMI e le startup, a investire in innovazione e creatività.

Sul fronte giuridico il Collegio dei commissari ha presentato nuovi orientamenti che forniscono chiarimenti sulle modalità di applicazione della direttiva sul rispetto dei diritti di proprietà intellettuale (IPRED) del 2004.

La direttiva si è infatti rivelata uno strumento utile nella lotta agli abusi in materia di diritti di proprietà intellettuale, ma nel corso degli anni alcuni Stati membri hanno interpretato in modo divergente alcune delle sue disposizioni.

Gli orientamenti chiariscono questi problemi di interpretazione, aumentano la certezza giuridica per tutte le parti interessate e facilitano direttamente la tutela civile in tutta l'UE, senza la necessità di nuove normative.

Brevetti - guida per cercare nei principali database 

Conclusioni del Consiglio 

Nelle sue conclusioni il Consiglio dell'UE invita gli Stati membri ad allineare i loro sistemi nazionali di tutela civile alle disposizioni della direttiva IPRED, a sostenere la specializzazione dei giudici in materia di tutela dei diritti di proprietà intellettuale e a promuovere - in cooperazione con l'Osservatorio europeo sulle violazioni dei diritti di proprietà intellettuale - la pubblicazione sistematica delle sentenze nelle cause inerenti al rispetto dei diritti di proprietà intellettuale.

Per rafforzare le azioni volte a contrastare la contraffazione e la pirateria, nel documento si esortano in particolare gli intermediari online a sviluppare misure contro le pubblicità sui siti web che violano i diritti di proprietà intellettuale. Al fine di migliorare la tutela dei DPI alle frontiere, invece, Stati membri e Commissione UE sono incoraggiati a proseguire la loro collaborazione nel quadro del futuro piano d'azione doganale dell'UE in materia di lotta contro le violazioni dei diritti di proprietà intellettuale.

Il Consiglio dell'UE sottolinea anche l'importanza di sostenere l'effettivo rispetto dei DPI nei Paesi terzi, in vista della prossima relazione della Commissione europea sul tema, prevista nel primo semestre del 2018.

> Conclusioni

Photo on Foter.com

Per leggere il contenuto prego
o