Blockchain - al via Osservatorio e Forum UE

 

Osservatorio UE su BlockchainL'Osservatorio servirà a promuovere la conoscenza della blockchain, a garantirne un corretto utilizzo e a incentivare le principali opportunità offerte dalla nuova tecnologia in termini di sviluppo della competitività per imprese, industria ed economia UE.

> Bitcoin - in arrivo piano d'azione UE su criptomoneta

Alla luce dello sviluppo sempre maggiore della blockchain e nell’ottica di prevedere e saper gestire le future implicazioni di questa tecnologia in molteplici settori - dalla sanità alle assicurazioni, dalla finanza all’energia, dalla logistica ai servizi pubblici - la Commissione europea ha inaugurato nelle scorse ore l'Osservatorio e forum UE sulla blockchain.

Vediamo intanto di capire cos'è la blockchain e quali sono i suoi principali vantaggi.

Blockchain: come funziona e a cosa serve

La blockchain (letteralmente catena di blocchi) è una tecnologia che permette di usufruire di un database distribuito (che non si trova, cioè, fisicamente solo su un computer/server, ma su più computer/server contemporaneamente, perfettamente sincronizzati sugli stessi documenti) per la gestione di transazioni condivisibili tra più nodi (o blocchi) di una rete (o catena).

In altre parole, si tratta di un database organizzato in blocchi (block) appartenenti ad una catena (chain) che li collega tra loro in modo tale che ogni transazione avviata al suo interno debba essere riconosciuta e verificata dalla rete stessa.

Ogni blocco di questa catena deve monitorare e validare i movimenti che lo riguardano al fine di creare una rete che assicuri la tracciabilità di tutte le transazioni. A sua volta, poi, il blocco è anche un archivio di tutte le transazioni che lo hanno coinvolto e presenta dunque uno storico che per sua natura è immodificabile e, dunque, immutabile.

In ultimo, ma non per importanza, la blockchain utilizza strumenti crittografici, così da garantire la massima sicurezza di ogni transazione.

Blockchain - dal bitcoin alla conquista dei Paesi in via di sviluppo

Al via un Osservatorio e forum UE sulla blockchain

Nel quadro di un progetto pilota del Parlamento europeo - su iniziativa del deputato Jakob von Weizsäcker - sulle valute virtuali e al fine di rafforzare il proprio impegno nel settore della tecnologia finanziaria (FinTech), la Commissione europea ha annunciato la nascita dell'Osservatorio e forum dell'UE sulla blockchain

Lo strumento, spiega Bruxelles, svolgerà un "ruolo proattivo nell'aiutare l'Europa a cogliere le nuove occasioni offerte dalla blockchain". In particolare, lo strumento si occuperà di:

  • raccogliere informazioni e promuovere iniziative di divulgazione sul tema,
  • sviluppare le competenze di tutti gli attori coinvolti,
  • analizzare prospettive, tendenze e principali sfide poste dalla nuova tecnologia, 
  • individuare potenziale socio-economico offerto dalla blockchain. 

L'Osservatorio e forum dell’UE, si legge nella nota della Commissione, renderà possibile "la cooperazione transfrontaliera nei casi di utilizzo pratico”, riunendo i principali esperti sul tema a livello europeo e promuovendo "uno spazio aperto" in cui tecnici, innovatori, cittadini, operatori, amministrazioni pubbliche, regolatori e supervisori possano "discutere e sviluppare nuove idee al fine di imparare, partecipare e contribuire in modo aperto" allo sviluppo della blockchain.

Quale partner per sostenere le attività di divulgazione dell’Osservatorio nell’Unione, l'Esecutivo UE ha scelto, tramite gara d’appalto, ConsenSys, un operatore globale consolidato in Europa.

Come la Blockchain cambia l’industria energetica

Per leggere il contenuto prego
o