UE-Messico: concordati molti capitoli del nuovo accordo commerciale

 

Accordo UE-Messico - Photo credit EPP GroupI negoziatori di Unione europea e Messico hanno raggiunto un'intesa sui capitoli relativi a scambi di merci, ostacoli tecnici al commercio, energia e materie prime, commercio e sviluppo sostenibile, questioni sanitarie e fitosanitarie, dogane e facilitazione degli scambi.

Commercio - UE punta a nuovi accordi in Sudamerica

La Commissione europea ha pubblicato la relazione sul 7° round di negoziati UE-Messico volti ad aggiornare la parte sul commercio dell’Accordo globale (cioè di associazione economica, concertazione politica e cooperazione) tra le due economie, siglato originariamente nel 1999 ed entrato in vigore nel luglio 2000.

L’incontro si è svolto a Bruxelles dal 12 al 22 dicembre 2017. Nel complesso, si legge nel report di Bruxelles, vi sono stati importanti progressi. In particolare, i negoziatori hanno raggiunto un’intesa sul testo per i seguenti capitoli:

  • scambi di merci,
  • ostacoli tecnici al commercio,
  • buone pratiche normative,
  • trasparenza,
  • energia e materie prime,
  • commercio e sviluppo sostenibile,
  • questioni sanitarie e fitosanitarie,
  • dogane e facilitazione degli scambi.

Questi capitoli saranno ora revisionati e controllati in termini di correttezza e coerenza con altre parti rilevanti dell’accordo. Sulle parti per cui non è stato possibile raggiungere un’intesa, sono comunque stati registrati buoni passi in avanti. Di seguito, lo stato dell'arte dei negoziati sui capitoli più rilevanti.

Strumenti di difesa commerciale - UE a un passo dalla riforma

Norme di origine

Le parti hanno discusso il testo del protocollo sulle norme di origine, comprendente:

  • le disposizioni generali,
  • le norme su prove dell'origine e verifica,
  • le norme di origine specifiche del prodotto.

Per quanto riguarda le disposizioni generali, la maggior parte del testo è stata concordata e sulle poche questioni ancora in sospeso, spiega Bruxelles, si è prossimi ad una soluzione. In via di risoluzione anche il punto delle norme di origine specifiche del prodotto. Rimane invece aperta la questione su prove dell'origine e verifica.

Commercio di servizi

La maggior parte dei capitoli sui servizi sono conclusi (è il caso di servizi di consegna, normativa interna e servizi marittimi) o quasi (telecomunicazioni e commercio elettronico). Il lavoro sulle disposizioni generali è a uno stadio molto avanzato mentre rimane ancora notevole lavoro da fare sui servizi finanziari e sulla questione dell'accesso al mercato.

UE-Mercosur: passi avanti verso accordo di libero scambio

Protezione degli investimenti

I negoziatori a confronto hanno compiuto progressi significativi e sono ora prossimi a finalizzare l'intero testo sulla protezione degli investimenti

Quasi concordato è anche il testo sulla liberalizzazione degli investimenti, così come quello sui movimenti di capitali.

Appalti pubblici

Per quanto riguarda il capitolo degli appalti pubblici, vi è stato uno scambio di opinioni sulle questioni relative a partenariati pubblico-privato, concessione di lavori e accesso al mercato. Nel complesso, scrive Bruxelles, le discussioni sono state costruttive e hanno permesso di progredire su alcune questioni; tuttavia sono necessari ulteriori lavori soprattutto per trovare una soluzione alla questione dell'accesso al mercato a livello sub-federale.

I negoziatori si sono già incontrati a Città del Messico, dall’8 al 12 gennaio 2018, per l’8° turno negoziale, su cui la Commissione europea provvederà a pubblicare una nuova relazione quanto prima.

> Consulta il report del 7° round 

Per leggere il contenuto prego
o