Internazionalizzazione: accordo Italia-Iran per opportunita' di business

 

Accordo Italia Iran - Photo credit yeowatzup L'accordo da 5 miliardi di euro tra Invitalia Global Investment e le iraniane Bank of Industry and Mine e Middle East Bank fissa termini e condizioni dei futuri contratti con cui saranno stanziati fondi per progetti congiunti.

Legge Bilancio 2018 - aiuti per internazionalizzazione imprese

E' stato siglato l'11 gennaio 2018 l'Accordo Quadro di finanziamento da 5 miliardi di euro tra Invitalia Global Investment e gli istituti di credito iraniani Bank of Industry and Mine e Middle East Bank.

Invitalia Global Investment: cos'è e che fa

La neonata società Invitalia Global Investment è stata costituita dall'Agenzia nazionale per l’attrazione degli investimenti e lo sviluppo d'impresa (Invitalia) in seguito all'approvazione della Legge di bilancio 2018 (legge n. 205-2017), che - lo ricordiamo - ha introdotto nuove misure per sostenere l'export e l'internazionalizzazione delle imprese italiane.

In particolare, in base ad una specifica misura volta a promuovere le esportazioni e l'accesso ai mercati dei cosiddetti "Paesi qualificati ad alto rischio", Invitalia può operare in qualità di "istituzione finanziaria autorizzata ad effettuare finanziamenti, rilasciare garanzie e assumersi in assicurazione i rischi non di mercato ai quali sono esposti, direttamente o indirettamente, gli operatori nazionali nella loro attività" nei suddetti Paesi. In forza di tale norma, l'agenzia ha dunque costituito una nuova società interamente controllata - Invitalia Global Investment, per l'appunto - al fine di assolvere a tali funzioni.

Nuova via della Seta - lo studio di SACE sulle opportunita' per l'Italia

Accordo quadro: opportunità per le imprese italiane in Iran

L’Accordo Quadro da 5 miliardi di euro siglato da Invitalia Global Investment, da un lato, e da Bank of Industry and Mine e Middle East Bank, dall'altro, fissa i termini e le condizioni generali che regoleranno i singoli facility agreement (accordi di finanziamento) con cui, in futuro, le tre istituzioni stanzieranno fondi per progetti congiunti di cooperazione e partnership in Iran, da far realizzare a imprese italiane e iraniane.

I progetti congiunti riguarderanno settori chiave di reciproco interesse per le due economie, quali:

  • infrastrutture e costruzioni,
  • oil & gas,
  • energia elettrica,
  • chimica,
  • petrolchimica,
  • metallurgica.

L’Accordo, fanno sapere il Ministero dell'Economia e delle Finanze (MEF) e la controparte iraniana, è un "passo importante per il consolidamento della partnership economica e finanziaria tra i due Paesi". Obiettivo principale dell’accordo, si legge nella nota del MEF, è quello di "rafforzare il tessuto economico iraniano" nel rispetto degli intenti di Teheran e sempre in linea con il Joint Comprehensive Plan of Action (JCPOA), l'accordo sul nucleare che prevede la cancellazione graduale e monitorata delle sanzioni nei confronti dell'Iran a fronte di un deciso ridimensionamento dell'attività nucleare del Paese per almeno dieci anni.

Photo credit: yeowatzup

Per leggere il contenuto prego
o