QFP post 2020 - sei consultazioni sulle priorita' dei fondi europei

 

Consultazioni QFP post 2020La Commissione europea lancia sei consultazioni pubbliche per raccogliere opinioni sulle priorità dell'Ue nell'ambito del prossimo Quadro finanziario pluriennale (QFP).

QFP post 2020 – Juncker, accordo su Bilancio UE subito dopo Brexit

Sei consultazioni pubbliche per individuare le priorità dell'Ue in altrettanti ambiti tematici in vista delle proposte della Commissione europea per il Quadro finanziario pluriennale (QFP) post 2020.

Consultazioni pubbliche sul QFP post 2020

Le sei consultazioni pubbliche sono parte integrante del processo di valutazione che porterà alla definizione del QFP post 2020.

Nel maggio 2018 la Commissione UE presenterà delle proposte globali per la prossima generazione di programmi finanziari nell'ambito del Quadro finanziario pluriennale post 2020, che è il bilancio a lungo termine dell’Unione.

Le proposte del Collegio dei commissari saranno concepite in modo da permettere all'Unione di attivarsi nei settori in cui il suo intervento può risultare più efficace rispetto all'azione dei singoli Stati membri.

Attraverso le consultazioni pubbliche la Commissione intende raccogliere i pareri di tutte le parti interessate per capire come sfruttare al meglio le risorse del bilancio UE in diversi settori:

  1. investimenti, ricerca e innovazione, PMI e mercato unico,
  2. migrazione,
  3. infrastrutture strategiche,
  4. coesione,
  5. mobilità,
  6. sicurezza.

State of the Union – Bilancio UE, quali scenari per il QFP post 2020

Chi può partecipare e come

Le consultazioni sono aperte a tutti i cittadini e alle parti interessate, che possono partecipare rispondendo a sei distinti questionari online entro l'8 marzo 2018.

Il questionario è disponibile in 23 lingue e le risposte possono essere formulate in una qualsiasi delle lingue ufficiali dell'UE.

La Commissione invita le organizzazioni che desiderano rispondere alla consultazione a iscriversi nel registro per la trasparenza e a sottoscriverne il relativo codice di condotta. 

I contributi raccolti verranno riuniti in un report finale e saranno presi in considerazione dal Collegio dei commissari al momento di elaborare le proposte globali per il QFP post 2020 e per la prossima generazione di programmi finanziari.

Priorità istituzionali 2018

Intanto, in occasione della prima riunione del 2018, la Commissione UE ha discusso le priorità istituzionali per il nuovo anno, tra cui: la riforma dell'Unione monetaria ed economica, la sicurezza dei confini dell'Unione e il completamento del mercato unico digitale.

Il Collegio dei commissari ha annunciato che utilizzerà i Trattati UeE a pieno, affinché l'Unione riesca a cogliere nuove opportunità e ad affrontare nuove sfide. Nel suo lavoro, la Commissione sarà affiancata dalla nuova task force per la sussidiarietà, la proporzionalità e "Doing Less More Efficiently", composta da eurodeputati, membri del Comitato delle Regioni e parlamentari nazionali.

La task force avrà il compito di formulare raccomandazioni su come applicare al meglio i principi di sussidiarietà e proporzionalità, con il coinvolgimento delle autorità regionali e nazionali.

> Consultazione sicurezza

> Consultazione mobilità

> Consultazione coesione

> Consultazione infrastrutture strategiche

> Consultazione migrazione

> Consultazione investimenti

Photo by Andrew Gustar on Foter.com / CC BY-ND

Per leggere il contenuto prego
o