Digitale - UE porta la banda larga nelle aree rurali

 

Agricoltura UeSi chiamano broadband competence office le strutture promosse dall'UE per sostenere la diffusione della banda larga nelle aree rurali.

Banda ultralarga – al via i cantieri Open Fiber

Banda ultralarga - Enel si aggiudica prima gara Infratel per aree bianche 

La Commissione Ue ha ufficialmente lanciato - in occasione dei Broadband days 2017 - i broadband competence office (BCO), strutture ad hoc che supportano l'accesso alla banda larga in tutta l'Unione, con particolare attenzione allle aree rurali.

Banda larga e aree rurali in Europa

Nelle aree rurali europee l'accesso alla rete ad alta velocità è pari al 40%, una quota notevolmente inferiore rispetto alla media Ue (76%). Questo divario, sottolinea la Commissione, non rappresenta solo uno squilibrio in termini di tecnologia, ma anche di opportunità. 

L'accesso alla banda larga, infatti, è cruciale per il futuro dell'agricoltura europea, soprattutto per le applicazioni digitali connesse all'agricoltura di precisione e per lo sviluppo di servizi online destinati a migliorare la qualità della vita nelle zone extra-urabane.

Per contrastare il divario digitale nelle aree rurali e periferiche l'Ue ha stanziato - attraverso i fondi strutturali e di investimento europei - 6 miliardi di euro per il periodo 2014-2020, di cui circa un miliardo proveniente dal Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR)

Broadband competence office, qual è il loro compito

Il compito dei broadband competence office (BCO) è raccogliere - attraverso una rete capillare negli Stati membri - tutte le informazioni relative alla banda larga, dai finanziamenti alle nuove tecnologie, al fine di sostenere tanto le autorità locali e regionali quanto le imprese e i cittadini, con particolare attenzione alle aree rurali.

I BCO, infatti, offrono il sostegno necessario per individuare i servizi e le fonti di finanziamento cui poter accedere per diffondere la banda larga nelle zone più remote dell'Unione europea. 

European Broadband Awards, Italia sul podio 

Durante i Broadband days 2017, la Commissione Ue ha anche premiato i vincitori del concorso European Broadband Awards 2017, tra cui un progetto italiano. 

Su 49 progetti presentati si sono distinte 5 iniziative, una per ogni categoria prevista dal concorso:

  • Categoria 1 - 'Innovative models of financing, business and investment': il progetto svedese 'Optic fiber to all houses on Gotland';
  • Categoria 2 'Cost reduction and co-investment in a future proof infrastructure': il progetto inglese 'Colchester Business Broadband';
  • Categoria 3 - 'Territorial cohesion in rural and remote areas': il progetto greco 'Broadband Network Development in White Rural Areas of Greece';
  • Categoria 4 - 'Socio-economic impact and affordability': il progetto italiano 'Coviolo Wireless';
  • Categoria 5 - 'Openness and competition': il progetto finalandese 'The Helsinki Optical Fibre Cooperative'.

Il progetto italiano 'Coviolo Wireless', promosso dal Centro Sociale 'Coviolo in festa' insieme al Comune di Reggio Emilia e a Lepida Spa, ha consentito la realizzazione di un'infrastruttura wireless di comunicazione a banda larga a servizio dei cittadini della frazione di Villa Coviolo, per un costo complessivo di 199,7 milioni di euro.

Agenda digitale - Corte Conti UE valuta strategie banda larga

Photo credit: SurFeRGiRL30 via Foter.com / CC BY

Per leggere il contenuto prego
o