America Latina - guida alle opportunita' per le imprese italiane

 

Latin AmericaEcco il quadro delle principali occasioni di business offerte dai Paesi dell’America Latina, in termini di export e investimenti, per l'Italia

Commercio - UE punta a nuovi accordi in Sudamerica

Made in Italy - BRICS, USA e Turchia le destinazioni piu' in crescita

Quali sono i Paesi dell’America Latina più interessanti per le imprese italiane interessate ad esportare il proprio business? Quali i settori verso cui indirizzare gli investimenti? Se ne è parlato il 16 novembre a Milano in occasione dell’America Latina Investment Forum

Organizzato da LIDE Italia - unità italiana del network internazionale delle aziende con interessi in America Latina, presente in 14 paesi con oltre 1700 membri - in collaborazione con il Gruppo 24 Ore, il Forum ha rappresentato un’occasione di incontro e confronto tra imprese di tutte le dimensioni, autorità governative, banche multilaterali, organismi internazionali ed esperti economici.

Ha partecipato al Forum anche l’AD di SIMEST Alessandra Ricci, che nel suo intervento ha sottolineato l’importanza dei Paesi dell'America Latina, nel loro complesso, sia in qualità di partner per l'Italia che in termini di opportunità sul piano economico e commerciale per le imprese interessate ad internazionalizzarsi.

> Finanziamenti SIMEST per internazionalizzazione ed export

Come emerso dal Rapporto Export 2017 di SACE, le principali opportunità per le imprese italiane, ha spiegato Ricci, sono rappresentate da:

  • il comparto automobilistico, i mezzi di trasporto e l’edilizia in Messico
  • l’industria estrattiva, l’energia e i metalli in Brasile
  • l’industria estrattiva, le infrastrutture e i metalli in Perù. 

Buone opportunità di crescita sia in termini di export che di investimenti si registrano anche nei comparti: 

  • meccanica, agroindustria, biomedicale in Cile
  • petrolio e gas, agroindustria, tessile e abbigliamento in Colombia
  • oil & gas, infrastrutture, industria estrattiva in Argentina.

Accordi commerciali UE - come e quanto favoriscono imprese e cittadini

Export Unchained: America Latina

L’America Latina, si legge nel Rapporto Export Unchained di SACE, sperimenterà nei prossimi anni una lenta ripresa, dopo aver registrato una contrazione dell’attività economica nel 2016.

In Argentina, che rappresenta la terza economia per l’export italiano nell’area dopo Messico e Brasile, il nuovo governo sta portando avanti importanti riforme per "rivitalizzare la struttura economico-produttiva del Paese" e cercare di rilanciare gli investimenti, in particolare nel settore dell’energia (rinnovabile) e delle infrastrutture. Il piano avrà effetti positivi per l’export italiano totale di beni nel Paese, che crescerà del 2,8% nel 2017 e si manterrà in crescita anche nel triennio 2018-2020 (+3,6% in media annua).

In Brasile, i primi segnali di ripresa dell’economia sono attesi nel biennio 2017-2018, con effetti positivi sulle vendite italiane nel Paese per un +4%, in media annua, nel triennio 2018-2020. A causa dell’incertezza che grava sulle relazioni commerciali con gli Stati Uniti e delle condizioni finanziarie più restrittive, le prospettive sull’economia messicana rimangono caute, con un probabile calo di investimenti e consumi.

In Cile, invece, la ripresa dei prezzi del rame e il recupero della domanda cinese, uno dei principali partner commerciali del Paese, dovrebbero riflettersi positivamente nella crescita dell’economia e delle importazioni nei prossimi anni. Nonostante i valori di export dall’Italia siano contenuti, il tasso di crescita nel periodo di previsione dovrebbe attestarsi in media intorno al +4,5%. 

SIMEST supporta l'ingresso delle imprese italiane in nuovi mercati extra-UE 

Per leggere il contenuto prego
o