Green Economy ed energia protagoniste a Rimini

 

Ecomondo, Key Energy - foto di EcomondoFino al 10 novembre Rimini è la capitale italiana della Green Economy e dell’Energia: al via Ecomondo e Key Energy.

Rinnovabili: inizia l'era del fotovoltaico e la Cina guida gli investimenti

Cosa prevede la Strategia nazionale sviluppo sostenibile

“Il futuro economico è un futuro che si poggia su buone pratiche ambientali. Questa non è più la fiera della Green Economy: è la fiera dell'economia italiana e globale”. A dirlo, il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti a margine del taglio del nastro dell'edizione 2017 di Ecomondo, la fiera dedicata all’economia green e circolare, che si tiene a Rimini dal 7 al 10 novembre.

In contemporanea, sempre a Rimini e sempre fino al 10 novembre, si tiene l’11esima edizione di Key Energy, il salone dell'energia e della mobilità sostenibile. I due principali eventi dell'anno sulla sostenibilità ambientale e sulle energie rinnovabili sono organizzati da Italian Exhibition Group, la società che gestisce la Fiera di Rimini e la Fiera di Vicenza.

SEN: le indicazioni del Governo al mercato

“Abbiamo un mercato potenziale fortissimo fuori dall'Italia perché in questi anni abbiamo sviluppato tecnologie e buone pratiche che oggi possiamo esportare”, prosegue il ministro, sottolinendo l’importanza strategica della Strategia energetica nazionale, che il Governo dovrebbe presentare nell'arco di pochi giorni.

“Stiamo dando delle indicazioni forti al mercato su dove andremo. Di fatto abbiamo disegnato il piano industriale, non ambientale, del Paese da qui al 2030 dicendo alle aziende che cosa vogliamo fare”.

Le proposte del Consiglio nazionale della Green Economy

Inserire la transizione alla Green Economy fra le priorità dell'agenda politica, rilanciare le energie rinnovabili e l'efficienza e puntare sull'economia circolare per superare il modello lineare di spreco e alto consumo di risorse. Sono queste alcune delle proposte contenute nel 'Programma per la transizione alla green economy' elaborato dal Consiglio nazionale della Green Economy - formato da 66 organizzazioni di imprese italiane del settore - e sottoposto all'attenzione dei politici nella giornata inaugurale degli Stati Generali della Green Economy in corso a Rimini all'interno di Ecomondo.

“La consapevolezza delle sfide della nostra epoca, l'importanza decisiva della transizione alla Green Economy per affrontarle e l'impegno per le misure per attuarle devono essere criteri fondamentali per valutare le proposte politiche e valutare se siano all'altezza dei tempi o inadeguate”, dichiara Edo Ronchi del Consiglio Nazionale della Green Economy.

Fra le altre proposte, l’attivazione di un Piano nazionale per la rigenerazione urbana, un cambio di rotta per la mobilità urbana e uno sviluppo per l'agricoltura sostenibile. E ancora, puntare alla promozione della qualità ecologica come fattore decisivo per il successo delle imprese italiane, alla tutela e valorizzazione del capitale naturale e dei servizi ecosistemici come asset per la qualità del benessere e il futuro dell'economia, a investire nella gestione delle acque per assicurare una risorsa strategica, eliminare gli sprechi e ridurre i rischi di alluvioni e, infine, a rendere più efficaci le politiche pubbliche.

Key Energy

Assieme a Ecomondo anche Key Energy, il salone focalizzato sull’energia e la mobilità sostenibile. Una sorta di “spin-off” di Ecomondo, una community di imprese e ricercatori che presenteranno le novità in tema di utilizzo delle forze naturali come il vento ed il sole, ma affronterà anche il tema dello storage, cioè dell'immagazzinamento dell'energia da fonti rinnovabili e dell'efficienza nell'utilizzo delle stesse.

A Key Energy anche una serie di novità in materia di sviluppo sostenibile, dalle soluzioni industriali alle applicazioni anche urbane di efficienza energetica, dalle energie rinnovabili alla mobilità fino agli scenari più futuristici della città sostenibile.

Per leggere il contenuto prego
o