Mercato unico digitale - UE semplifica acquisti online

 

eCommerce - Photo credit: melenita2012 / Foter / CC BYLe nuove norme proposte dalla Commissione intendono semplificare l'accesso ai contenuti digitali e le vendite online in tutta l'UE.

Mercato unico digitale - accesso a streaming e giochi anche in viaggio

Mercato unico digitale - revisione intermedia della strategia Ue

Sulla base della Strategia per il mercato unico digitale, la Commissione ha presentato oggi due proposte in materia di commercio elettronico transfrontaliero:

  • la prima proposta riguarda la fornitura di contenuti digitali (ad esempio la musica in streaming) e intende tutelare maggiormente i consumatori che fanno acquisti online in tutto il territorio dell'Unione europea,
  • la seconda proposta interessa la vendita di beni online ed intende aiutare le imprese ad espandere il proprio business nel mercato web.

Le due proposte affrontano i principali ostacoli al commercio elettronico transfrontaliero nell’UE: la frammentazione giuridica nel settore del diritto contrattuale dei consumatori, che genera alti costi per le imprese – soprattutto per le PMI – e la scarsa fiducia dei consumatori quando acquistano online da un altro Paese. 

UE - consultazione su diritto d'impresa e soluzioni digitali

Eliminare gli ostacoli dovuti alle differenze in materia di diritto contrattuale dovrebbe giovare all’economia europea nel suo complesso. Secondo le previsioni, oltre 122mila imprese dell’UE potrebbero iniziare a vendere a consumatori di altri Stati membri e il numero totale dei consumatori che acquistano online da altri Paesi dell’UE potrebbe arrivare fino a 70 milioni.

Ciò contribuirà ad aprire nuovi mercati, in particolare per le PMI, intensificherà la concorrenza e stimolerà la crescita economica: i consumi nell’UE dovrebbero aumentare di 18 miliardi di euro grazie all’abbassamento dei prezzi al consumo e il PIL dell’UE dovrebbe crescere di 4 miliardi di euro rispetto al livello attuale. 

Competenze digitali – AgID aggiorna linee guida su professionisti ICT

Photo credit: melenita2012 / Foter / CC BY

Per leggere il contenuto prego
o