UE-Cina: concorrenza, al via dialogo bilaterale su aiuti di Stato

 

ChinaUn nuovo strumento nelle mani della Commissione per contrastare la concorrenza sleale della Cina.

UE - il punto sulla politica commerciale

Acciaio - industria, aumento import in UE colpa di dumping

La commissaria europea alla Concorrenza Margrethe Vestager e il presidente della Commissione nazionale per lo sviluppo e le riforme della Cina He Lifeng hanno concordato nelle scorse ore a Bruxelles l'avvio di un dialogo bilaterale in materia di controllo sugli aiuti di Stato.

L'iniziativa di dialogo è volta a creare un meccanismo di consultazione, cooperazione e trasparenza UE-Cina nel settore degli aiuti di Stato. Bruxelles, in particolare, sfrutterà l'occasione per condividere con Pechino l'esperienza europea nell'applicazione del controllo di tali aiuti, oltre che per meglio comprendere il processo di attuazione della recente revisione delle norme cinesi in materia di concorrenza (la cosiddetta “Fair Competition Review”).

Lo strumento rientra in una più ampia strategia della Commissione europea finalizzata ad affrontare la concorrenza sleale economica e commerciale della Cina attraverso un contrasto alle politiche del governo di Pechino sulle sovvenzioni alle imprese nazionali, che provocano la distorsione del mercato globale e ostacolano un'equa competizione da parte delle aziende estere.

Cina – Consiglio UE, ok nuovo metodo per calcolo dumping

Ricordiamo che per arginare l'intervento dello Stato nell'economia del colosso asiatico e il conseguente dumping esercitato dalle imprese cinesi esportatrici in Europa, la Commissione europea applica da anni misure antidumping su specifici prodotti sottocosto provenienti dalla Repubblica popolare.

L'ultimo Regolamento UE su dazi definitivi a danno della Cina è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale dell'Unione europea neanche un mese fa. Il provvedimento è il risultato di un'indagine avviata da Bruxelles a febbraio 2016 e si applica, nello specifico, alle importazioni di “tubi senza saldatura, di ferro (esclusa la ghisa) o di acciaio (escluso l'acciaio inossidabile), di sezione circolare, con un diametro esterno superiore a 406,4 mm, originari della Repubblica popolare cinese”.

Antidumping - acciaio, ancora dazi su Made in China a basso costo

Per leggere il contenuto prego
o