SIMEST - cosa serve alle imprese italiane all'estero?

 

World - Photo credit: fabianmohr via Foter.com / CC BY-NC-SANei primi 3 mesi del 2017 finanziata l'internazionalizzazione di 84 imprese in 25 Paesi del mondo per 36 milioni di euro.

Medio Oriente - SACE, Assafrica e Mps, ciclo di incontri su opportunita' imprese

> Internazionalizzazione - SACE, sostegno alle imprese in aumento 

SIMEST ha diffuso i dati sulla propria attività di supporto all'internazionalizzazione delle aziende italiane relativamente al primo trimestre del 2017.

La società del Gruppo CDP specializzata nell'export credit ha erogato, nei primi tre mesi dell'anno, finanziamenti per complessivi 36 milioni di euro, che, si legge in una nota, sono serviti per "rispondere alle diverse esigenze delle imprese in funzione della fase del loro processo di internazionalizzazione". SIMEST ha risposto a 84 richieste da altrettante imprese. In particolare:

  • 4 richieste per effettuare studi di fattibilità,
  • 36 richieste per supporto all'inserimento sui mercati extra UE,
  • 22 richieste per il rafforzamento della patrimonializzazione delle PMI,
  • 31 richieste per la partecipazione a fiere e mostre.

Internazionalizzazione - SACE punta su export e investimenti in Georgia

Studi di fattibilità

Il supporto consiste nel finanziamento a tasso agevolato delle spese di personale, viaggi e soggiorni per la redazione di studi di fattibilità finalizzati a valutare l'opportunità di effettuare investimenti produttivi o commerciali in Paesi extra UE.

Il finanziamento può coprire fino al 100% dell'importo delle spese preventivate, fino al 12,5% del fatturato medio dell'ultimo triennio. L'importo massimo finanziabile è di 150mila euro per studi collegati a investimenti commerciali e 300mila euro per studi collegati a investimenti produttivi.

La durata è di 4,5 anni, di cui 18 mesi di preammortamento.

Programmi di inserimento sui mercati extra UE

La misura prevede il finanziamento a tasso agevolato delle spese per la realizzazione di un ufficio, show room, negozio o corner in un Paese extra UE e relative attività promozionali.

L'importo massimo finanziabile può raggiungere il 100% del totale preventivato ma non può superare il 25% del fatturato medio dell'ultimo triennio, fino a 2,5 milioni di euro.

La durata del finanziamento è di 6 anni, di cui 2 di preammortamento.

Cabina regia Internazionalizzazione - fondi e priorita' per 2017

Patrimonializzazione delle PMI

Lo strumento è dedicato alle piccole e medie imprese ed è volto al miglioramento o al mantenimento del livello di solidità patrimoniale dell'impresa al momento della richiesta di finanziamento rispetto a uno specifico "livello soglia".

Le imprese con "livello di ingresso" uguale o superiore al "livello soglia" possono accedere a una riduzione di garanzia. L'importo massimo finanziabile è di 400mila euro, fino al 25% del patrimonio netto dell'impresa richiedente.

Il finanziamento ha una durata massima di 7 anni, di cui 1 o 2 di preammortamento.

Partecipazione a fiere e mostre

Il supporto consiste in un finanziamento a tasso agevolato delle spese per aree espositive, spese logistiche, spese promozionali e spese per consulenze connesse alla partecipazione a fiere e/o mostre in Paesi extra UE, incluse le missioni di sistema.

Il finanziamento può coprire fino al 100% delle spese preventivate, fino a un massimo del 10% dei ricavi dell'ultimo esercizio. L'importo massimo finanziabile è di 100mila euro e la durata massima del finanziamento è di 3,5 anni di cui 18 mesi di preammortamento.

Fondo Rotativo 394-81 – riforma finanziamenti per internazionalizzazione

Le 84 operazioni registrate nel primo trimestre del 2017 sono state dislocate in 25 Paesi del mondo. Nello specifico: Australia, Brasile, Camerun, Canada, Cina, Corea del Sud, Cuba, Egitto, Emirati Arabi, Ghana, Giappone, India, Iran, Malesia, Marocco, Messico, Nigeria, Russia, Senegal, Sudafrica, Svizzera, Thailandia, Tunisia, Turchia e USA.

Photo credit: fabianmohr via Foter.com / CC BY-NC-SA

Per leggere il contenuto prego
o