Competenze digitali – AgID, consultazione su professionisti ICT

 

Competenze digitali - Photo credit: Foter.comFino al 26 aprile è possibile partecipare alla consultazione sulle Linee guida per la qualità delle competenze digitali nelle professionalità ICT. 

Skills Agenda for Europe - coalizione per competenze e occupazioni digitali

Skills Agenda for Europe – il decalogo Ue per le competenze

L'Agenzia per l'Italia digitale (AgID) presenta il proprio contributo per la standardizzazione e la qualità delle competenze digitali richieste ai professionisti che operano nel settore ICT. Lo fa attraverso la pubblicazione di Linee guida aperte a consultazione pubblica con lo scopo di rendere sempre più partecipi cittadini, amministrazioni e organizzazioni della società civile nel processo di digitalizzazione e innovazione della PA.

Le Linee guida, che individuano una serie di profili professionali richiesti dall’evoluzione del mercato del lavoro, nascono con l’intento di fornire alle amministrazioni indicazioni trasversali sull’impiego di figure professionali, sull’integrazione della prestazione di servizi professionali nell’ambito di contratti di servizio ICT e su come rendere possibile l’identificazione chiara di skill e competenze.

Skills Agenda for Europe – imprenditorialita’, una competenza da sviluppare

Nello specifico, le Linee guida hanno lo scopo di definire:

  • un quadro di riferimento complessivo per l’appalto pubblico di servizi ICT da parte delle amministrazioni;
  • metodi quantitativi da applicarsi per definire misure di qualità ed identificare processi di misura, allo scopo di fornire indicazioni concrete, pragmatiche, immediatamente applicabili, sia alle amministrazioni appaltanti che ai fornitori offerenti;
  • adeguate clausole, da utilizzarsi in fase di negoziazione, per la definizione di capitolati e contratti pubblici per la fornitura di beni e servizi nel settore ICT, relative alla descrizione delle attività da prevedersi contrattualmente, ai prodotti che dette attività realizzano (deliverable contrattuali), agli indicatori e misure di qualità da riferirsi sia alle attività che ai prodotti;
  • clausole successivamente utili nella fase di attuazione dei contratti ICT, per la necessaria azione di governo del contratto e lo svolgimento del monitoraggio per la verifica del rispetto dei requisiti contrattuali in termini di tempi, costi e stato avanzamento lavori, quantità e qualità attese dei servizi ICT richiesti.

Il documento rimarrà in consultazione pubblica sul sito open.gov.it fino al 26 aprile e raccoglierà suggerimenti relativi alle diverse sezioni che compongono la prima stesura. Ogni sezione delle Linee guida è commentabile seguendo le istruzioni riportate.

È possibile, inoltre, inviare commenti alla bozza sotto forma di documenti scritti all’indirizzo mail competenzedigitali@agid.gov.it indicando come oggetto “Contributo consultazione professioni ICT”.

Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione

Per leggere il contenuto prego
o