Commercio - FMI, G20 si schieri contro protezionismo e dumping

 

Trade - Photo credit: Ian E. Abbott via Foter.com / CC BY-NC-SADopo l'UE e l'OMC, anche il Fondo Monetario Internazionale esorta le maggiori economie mondiali a combattere protezionismo e concorrenza sleale.

Commercio - ripresa negoziati UE-ASEAN per libero scambio

Dazi antidumping - acciaio, pubblicato regolamento UE su import Cina

In vista della riunione dei ministri delle finanze e dei governatori delle banche centrali del G20, prevista per il 17 e 18 marzo 2017 a Baden-Baden (Germania), il Fondo Monetario Internazionale ha esortato il gruppo delle maggiori economie mondiali a lavorare insieme per continuare a garantire i benefici del libero commercio, contrastare il protezionismo, ridurre gli squilibri esterni e a combattere le politiche commerciali distorsive.

Questioni sul tavolo: protezionismo, dumping e acciaio

Il problema delle tendenze protezioniste, in particolare, si è fatto più urgente con il palesarsi delle intenzioni della nuova amministrazione Trump negli Stati Uniti. Il neo presidente USA ha infatti dichiarato fin dai suoi primi giorni alla Casa Bianca (e lo aveva già fatto in campagna elettorale) la volontà di invertire la rotta presa in materia di commercio dal suo predecessore, Barack Obama, rivedendo tutti i trattati di libero scambio e contrastando la liberalizzazione e la globalizzazione, che - secondo il tycoon americano - avrebbero indebolito la potenza statunitense negli ultimi decenni.

L'appello del FMI si unisce a quelli già lanciati dai vertici dell'Unione europea e dell'Organizzazione mondiale del commercio, che a poche ore dall'insediamento di Trump a Washington hanno evidenziato l'importanza di rafforzare ulteriormente le relazioni commerciali tra partner globali e il ruolo chiave di un sistema di scambio multilaterale basato su regole eque a livello globale.

OMC - protezionismo non e' risposta a sentimento anti-commercio

Non meno importante a livello mondiale è la questione delle pratiche commerciali distorsive. Il tema è stato più volte nelle ultime settimane oggetto di forti preoccupazioni da parte delle istituzioni internazionali, europee ed italiane.

Proprio in termini di preoccupazione nei confronti del dumping si è espresso recentemente il ministro dello sviluppo economico Carlo Calenda, il quale sia in sede di consiglio UE che in audizione alla Camera dei deputati ha sottolineato la necessità di modernizzare gli strumenti di difesa commerciale europei in modo da tutelare maggiormente l'industria e proteggerla dalle pratiche sleali esercitate da alcuni Paesi terzi (Cina, in primis).

Difesa commerciale - Calenda, UE rimuova regola dazio minore

Sempre nell'ambito del G20 si terrà i prossimi 20 e 21 marzo la riunione del Global Forum on Steel Excess Capacity, la piattaforma globale per la lotta all'eccesso di capacità del settore siderurgico

Istituito il 16 dicembre 2016 a Berlino, il Forum riunisce più di 30 economie in tutto, compresi i membri del G20 e alcuni membri dell'OCSE, e tutti i maggiori produttori mondiali di acciaio al fine di affrontare alla radice le cause della sovraccapacità siderurgica.

> Acciaio - un forum globale per lotta a sovraccapacita'

Photo credit: Ian E. Abbott via Foter.com / CC BY-NC-SA

Per leggere il contenuto prego
o