Mipaaf – finanziamenti per biotecnologie e agricoltura di precisione

 

21 milioni di euro per le biotecnologie, mentre l'agricoltura di precisione può contare sugli incentivi del piano Industria 4.0

Agricoltura di Precisione - Photo by Lynn Betts, USDA Natural Resources Conservation Service

> Mipaaf – consultazione su Linee guida Agricoltura di precisione

Horizon 2020 - a dicembre bando su agricoltura e alimentazione biologica

Due piani d'azione, uno per lo sviluppo delle biotecnologie, l'altro per la diffusione dell'agricoltura di precisione, sono stati presentati dal ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina all'Accademia dei Georgofili. Per la ricerca sulle biotecnologie il Mipaaf ha previsto 21 milioni di euro, mentre gli investimenti nell'agricoltura di precisione potranno contare sulle agevolazioni previste dal piano Industria 4.0.

Industria 4.0 – Calenda, via al Piano nazionale

“Da qui ai prossimi tre anni potremo avere un avanzamento concreto nello studio delle principali colture nazionali, così come sul fronte dello studio e dell'applicazione dei big data in agricoltura. Non siamo all'anno zero, ma possiamo fare quel salto di qualità che renda sempre più competitive le nostre imprese”, ha dichiarato il ministro Martina presentando i due documenti strategici.

Piano per le biotecnologie sostenibili

Genome editing e cisgenesi sono alcune delle tecnologie di miglioramento genetico che il piano intende applicare alle colture chiave del modello agricolo italiano, in particolare: vite, olivo, pomodoro, pesco, albicocco, agrumi, frumento, melanzana, melo, ciliegio, pioppo.

Attraverso attività di ricerca in laboratorio, il piano, gestito per un triennio dal Consiglio per la ricerca in agricoltura (CREA), dovrebbe permettere di valutare il potenziale di queste biotecnologie nel migliorare la produttività e aumentare la resistenza delle piante alle malattie e al cambiamento climatico.

Piano per l'agricoltura di precisione

Ruolo centrale per il CREA anche per la promozione dell'agricoltura di precisione, in collaborazione con il Cluster Agrifood nell'ambito del piano Industria 4.0.

Dal momento che l'agricoltura di precisione si basa sull'analisi delle variabili che intervengono nella produzione per aumentare le rese e la sostenibilità ambientale, il CREA porterà avanti un progetto di open cloud della gestione pubblica di big data agricoli che serviranno ad aiutare le imprese ad assumere le decisioni più opportune per migliorare i processi produttivi.

Le imprese potranno inoltre contare sugli incentivi previsti da Industria 4.0, a partire dalla possibilità per aziende agricole, contoterzisti e agroindustria di accedere all'iperammortamento al 250% e al superammortamento per l'acquisto di tecnologie digitali. Inoltre, attraverso un plafond dedicato nell'ambito del rifinanziamento del Fondo di Garanzia per le PMI, le imprese agricole potranno beneficiare dell'azzeramento del costo della garanzia primaria Ismea.

Legge Stabilita' 2017 – cosa cambia per Nuova Sabatini e ammortamenti

Per leggere il contenuto prego
o