Ue – consultazione su tecnologie sanitarie

 

Aperta fino al 13 gennaio la consultazione pubblica per rafforzare la cooperazione Ue nella valutazione delle tecnologie sanitarie

salute

Fondi Ue - Innovative Medicines Initiative - IMI 2, verso Call 10 

Salute – in arrivo finanziamenti del bando Ricerca finalizzata 2016

La Commissione Ue ha lanciato una consultazione pubblica sul futuro della cooperazione europea nel settore della valutazione delle tecnologie sanitarie.

Valutazione delle tecnologie sanitarie

La valutazione delle tecnologie sanitarie (HTA) è un processo multidisciplinare che raccoglie in maniera sistematica, trasparente, imparziale e coerente le informazioni sulle questioni mediche, sociali, economiche ed etiche legate all'impiego di tali tecnologie. L’obiettivo è contribuire all'elaborazione di politiche sanitarie sicure ed efficaci incentrate sul paziente, ottimizzando il rapporto costo-benefici.

Nonostante i suoi obiettivi politici, la valutazione deve essere rigorosamente basata sulla ricerca e sull'approccio scientifico. Rientrano tra le tecnologie sanitarie i metodi diagnostici e terapeutici, le attrezzature mediche, i farmaci, i metodi di riabilitazione e prevenzione, i sistemi organizzativi e di supporto in ambito sanitario.

Nella maggior parte degli Stati membri si tratta di un elemento essenziale del processo decisionale in campo sanitario basato su prove concrete.

La Commissione Ue lavora da diversi anni al rafforzamento della cooperazione tra gli Stati membri in questo settore. E’ stata istituita, infatti, una rete permanente per la valutazione delle tecnologie sanitarie, Health Technology Assessment Network, affiancata da EUnetHTA, un’altra rete che promuove la collaborazione tra gli organismi di valutazione.

Consultazione Ue

Attraverso la consultazione la Commissione Ue intende raccogliere opinioni e pareri sul futuro della cooperazione europea nel settore della valutazione delle tecnologie sanitarie e in particolare su:

  • impatto dei diversi sistemi nazionali per la valutazione delle tecnologie sanitarie;
  • sussidiarietà e valore aggiunto europeo;
  • scopo della cooperazione a livello europeo, utilizzo nel processo decisionale a livello nazionale e fattibilità;
  • potenziale impatto della cooperazione in Europa (aspetti negativi e positivi).

Cittadini, organizzazioni, autorità pubbliche, industrie farmaceutiche, associazioni professionali, università, istituzioni per la sicurezza sociale e altri stakeholder possono partecipare fino al 13 gennaio 2017.

Sulla base dei risultati raccolti, la Commissione Ue individuerà gli strumenti da adottare per rafforzare la cooperazione nel campo della valutazione delle tecnologie sanitarie.

> UE – Sanita', approvato Work programme Health 2016

Photo credit: US Army Africa via Foter.com / CC BY

Per leggere il contenuto prego
o