Italia-UK - Agenzia ICE a Londra per attrarre investimenti esteri

 

La missione dell'Agenzia ICE "Invest in Italy" fa tappa nella City per promuovere l'internazionalizzazione Italia-UK e lanciare lo sportello "Attrazioni Investimenti Esteri".

London - Photo credit: grahamvphoto via Foter.com / CC BY-NC-ND

Italia-Armenia - intesa SACE-EIAA per business e investimenti

Cina - imprese italiane a Fiera per Investimenti e Commercio CIFIT

Si è chiusa ieri la due giorni di roadshow londinese all'insegna dell'attrazione degli investimenti esteri in Italia. L'iniziativa, dal titolo “Invest in Italy”, è stata organizzata dall’ICE-Agenzia per la promozione all’estero e l’internazionalizzazione delle imprese italiane presso l’Ambasciata Italiana a Londra, alla presenza del sottosegretario al Ministero dello Sviluppo Economico Ivan Scalfarotto, del presidente dell’ICE Michele Scannavini e dell’ambasciatore italiano Pasquale Terracciano.

Obiettivo dell'evento promuovere l'internazionalizzazione delle imprese italiane nel Regno Unito e incentivare gli interlocutori inglesi ad investire in Italia.

Nel corso dell'iniziativa sono stati diffusi dati positivi sull'andamento degli investimenti esteri nella Penisola, che, è emerso, “sono in continua crescita”. Nel 2015, infatti, gli accordi siglati con operatori stranieri hanno raggiunto quota 34% sull’ammontare complessivo degli investimenti attivati nei 12 mesi, con un aumento del 21% rispetto al dato del 2014. I Paesi che maggiormente dialogano e collaborano con le imprese italiane sono la Cina e gli Stati Uniti. I settori nei quali gli stranieri hanno investito maggiormente sono, invece:

  • beni di consumo,
  • servizi finanziari,
  • industria.

Il roadshow è stato anche l'occasione per presentare agli oltre 200 investitori inglesi raccolti presso l'Ambasciata italiana nella City due nuove iniziative:

  • lo sportello “Attrazioni Investimenti Esteri” presso l'Agenzia ICE di Londra, che è uno strumento per attrarre e coordinare le opportunità finanziarie che dal Regno Unito possono interessare l'economia italiana. Il Ministero dello Sviluppo Economico, in particolare l’Ufficio del sottosegretario Scalfarotto, avrà il ruolo di interfaccia con cui gli investitori inglesi potranno dialogare in Italia.
  • l'accordo di collaborazione tra ICE e l'Associazione italiana del Private Equity, Venture Capital e Private Debt (AIFI) al fine di facilitare l’incontro tra imprese nostrane e investitori stranieri in un’ottica di crescita e internazionalizzazione.

Presente al roadshow anche l’Agenzia delle Entrate, nella figura del responsabile della Direzione Centrale Normativa Annibale Dodero, il quale ha esposto alcune delle opportunità offerte agli investitori esteri dal sistema fiscale italiano, quali:

  • il Patent box,
  • l’Aiuto alla crescita economica (ACE),
  • l’adozione del credito d’imposta per le attività di ricerca e allo sviluppo.

Dodero ha infine ricordato che nel 2017 è prevista una ulteriore riduzione del prelievo sui profitti, che dovrebbe passare dal 27,5% al 24%.

> Patent Box - Agenzia Entrate, piu' tempo per invio documentazione

Photo credit: grahamvphoto via Foter.com / CC BY-NC-ND

Per leggere il contenuto prego
o