Italia-Cuba - aumentano opportunita' di investimento e commercio

 

Il Comitato imprenditoriale Cuba-Italia promuove progetti di sviluppo, collaborazioni e joint-venture tra le imprese dei due Paesi.

Cuban flag - Photo credit: Indrani Soemardjan via Foter.com / CC BY-NC-ND

> Cuba - accordo L'Avana-SACE per internazionalizzazione imprese

Commercio - Ue e Mercosur, al lavoro su accordo per apertura mercati

Più di un centinaio tra rappresentanti di imprese e istituzioni italiane che operano o intendono operare a Cuba hanno partecipato alla V sessione del Comitato imprenditoriale Cuba-Italia, che si è tenuta il 19 settembre 2016 a Roma alla presenza del ministro per lo Sviluppo economico Carlo Calenda e del ministro cubano per Commercio e Investimenti esteri Rodrigo Malmierca. Ha preso parte all'incontro anche una delegazione di organizzazioni imprenditoriali cubane dei settori: 

  • agroalimentare,
  • turismo,
  • salute,
  • ICT,
  • industria,
  • finanza.

Inaugurando l'evento presso l'Istituto per il Commercio Estero (ICE), Calenda ha ribadito l'intenzione del governo italiano di approfondire i legami economici e commerciali con Cuba, nei quali, ha sottolineato il ministro, il fattore umano deve essere presente, al di là di mere operazioni finanziarie. Durante il suo intervento Calenda ha poi elencato una serie di esperienze di successo che vedono protagoniste aziende italiane in diversi settori dell'economia cubana e ha richiamato l'attenzione sulle opportunità di business esistenti in questo momento sull'isola in una vasta gamma di settori.

Celia Labora Rodriguez, responsabile per le relazioni Internazionali alla Camera di Commercio di Cuba, ha spiegato alla stampa latina che il comitato è stato l'occasione per rivedere tre progetti di sviluppo economico Italia-Cuba e firmarne altri 11, che compongono il piano d'azione per il resto del 2016 e per tutto il 2017.

Dei tre progetti in pista, ha spiegato Labora:

  • il primo prevede una joint-venture italo-cubana per la produzione e la commercializzazione di pasta fresca ripiena
  • il secondo è finalizzato a rafforzare e diversificare le esportazioni di rum cubano in Italia;
  • il terzo riguarda un'alleanza tra compagnie assicurative dei due Paesi.

Al centro della sessione anche la Zona speciale di sviluppo (ZED, Zona especial de desarrollo) Mariel, un'area di 465,4 chilometri quadrati a ovest de L'Avana (da cui dista 45 km) che promuove lo sviluppo economico sostenibile di Cuba attraverso gli investimenti esteri, l'innovazione tecnologica e la concentrazione industriale, garantendo nel contempo la tutela dell'ambiente. 

Italia-Armenia - intesa SACE-EIAA per business e investimenti

Sempre per promuovere più strette relazioni imprenditoriali e commerciali tra Italia e Cuba, lo ricordiamo, a luglio scorso, in occasione della missione italiana di sistema a L'Avana guidata dal sottosegretario allo Sviluppo economico Ivan Scalfarotto e dal viceministro degli Affari esteri Mario Giro, SACE, gruppo assicurativo-finanziario italiano attivo nell'export credit, e il Governo cubano hanno firmato un accordo di debt swap per la conversione di 88,6 milioni di euro di debiti dovuti dall'amministrazione centrale cubana alla società del gruppo Cdp in un fondo destinato al finanziamento di progetti strategici per Cuba che prevedano il coinvolgimento delle imprese italiane o di joint-venture tra aziende nostrane e cubane.

Interscambio Italia-Cuba e opportunità di investimento

Cuba è, attualmente, l'82° mercato di destinazione per l'export italiano e il 9° in America centro-meridionale. Tuttavia, le riforme varate recentemente dal governo de L'Avana, con l'introduzione di benefici fiscali per gli investitori esteri e la riduzione delle barriere all’importazione di macchinari, rendono il Paese un mercato potenzialmente molto interessante per il Made in Italy, “seppur in un contesto caratterizzato da rischi operativi e commerciali ancora elevati”, specifica SACE.

Tra il 2014 e il 2015 l'export italiano verso Cuba è passato da 229,9 a 332,3 milioni di euro, con un incremento del 44,6% in dodici mesi. Nello stesso periodo è aumentato, del 4,4%, anche l'import italiano da Cuba, per un ammontare complessivo di 22,2 milioni di euro.

Tra i settori di investimento più promettenti per le imprese italiane, SACE indica per i prossimi anni:

  • le tecnologie per l’agribusiness, con un fabbisogno stimato di 2 miliardi di euro per l’avvio della meccanizzazione del settore agricolo e dell’allevamento,
  • le energie rinnovabili,
  • le infrastrutture e le costruzioni, con particolare riguardo all'edilizia turistica,
  • i prodotti farmaceutici,
  • le biotecnologie.

Internazionalizzazione: SACE, rapporto 2016-2019 su export e investimenti

Photo credit: Indrani Soemardjan via Foter.com / CC BY-NC-ND

Per leggere il contenuto prego
o