Digital Entrepreneurship Monitor - sondaggio Ue su imprenditoria digitale

 

Lanciato un sondaggio sulla trasformazione digitale delle imprese nell'ambito del progetto Ue Digital Entrepreneurship Monitor (DEM) digitale

Banda larga – in arrivo il fondo per collegare l'Europa

> Mercato unico digitale - proposte Ue per innovare industria 

La Commissione Ue, nel quadro del progetto Digital Entrepreneurship Monitor (DEM), ha avviato un sondaggio per raccogliere le opinioni delle imprese in merito agli ostacoli incontrati nel processo di trasformazione digitale.

Digital Entrepreneurship Monitor (DEM)

Il Digital Entrepreneurship Monitor è uno strumento online sviluppato dalla Commissione Ue per monitorare l'evoluzione dell'imprenditoria digitale in Europa. Il DEM fornisce statistiche, casi studio, buone pratiche e informazioni sulle tendenze di mercato e sulle tecnologie chiave a supporto degli imprenditori digitali.

Per ogni Stato membro sono disponibili schede sintetiche che riassumono lo stato dell'arte in merito alla digitalizzazione del Paese. Per l'Italia si fa riferimento all'Agenda digitale nazionale che prevede alcune aree prioritarie a supporto dell'imprenditoria basata sull'ICT:

  • infrastrutture e cybersicurezza, con investimenti a sostegno della banda larga e del cloud computing;
  • commercio elettronico, con interventi per migliorare la sicurezza delle transazioni online e della privacy;
  • e-government e open data, che riguardano soprattutto la pubblica amministrazione, i settori della giustizia e della salute;
  • competenze digitali, per promuovere l'uso delle tecnologie digitali sia nei percorsi di formazione che sul posto di lavoro;
  • ricerca e innovazione, con attenzione ai cluster tecnologici per attrarre nuovi talenti e per rispondere alle esigenze dell'industria;
  • Smart cities and communities.

Sul fronte delle competenze digitali, in base all’Indice dell’economia e della società digitale (DESI) 2016, in Italia il numero degli esperti ICT (2,5%) è inferiore al resto dell'Ue (3,7%). Guardando alla formazione dei giovani italiani, invece, ogni mille studenti solo il 14% si laurea in discipline STEM (Science, Technology, Engineering, Mathematics), il 4% in meno rispetto alla media Ue.

Per colmare questo divario, che ha ricadute significative sullo sviluppo del sistema produttivo italiano, il Governo ha proposto, nell'ambito della strategia per l'Industria 4.0, di inserire già nella prossima legge di Stabilità misure a sostegno dello 'skill empowerment' dei lavoratori nelle discipline STEM.

Sondaggio su trasformazione digitale

Con il sondaggio lanciato nell'ambito del progetto DEM il Collegio dei commissari intende raccogliere le opinioni delle imprese europee attive nel settore automobilistico, dell'ingegneria meccanica e farmaceutico sulla trasformazione digitale.

Le imprese interessate avranno l'opportunità di raccontare la propria esperienza, dalle strategie adottate in ambito ICT alle competenze digitali del capitale umano.

I contributi raccolti aiuteranno a capire meglio la situazione dell'Europa per quanto riguarda l'imprenditoria digitale, insieme ai punti forti, le debolezze e le esigenze dei settori chiave. I risultati forniranno una panoramica dell'ambiente imprenditoriale attuale e consentiranno alla Commissione europea di formulare raccomandazioni per migliorarlo.

> Agenda digitale - le sfide dell'Italia

Photo credit: startupphotos via Foter.com / CC BY

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o