Reti on the Job: imprese e PA in luna di miele

 
Renato Brunetta ed Emma MarcegagliaNei prossimi mesi i lavoratori del settore privato potranno accedere direttamente ai servizi pubblici avanzati - dal rinnovo della carta di identità al pagamento dei contributi sino alla prenotazione di una visita medica – attraverso delle postazioni ad hoc situate all'interno degli stessi luoghi di lavoro.

Grazie a questa novità, prevista dal protocollo di intesa firmato dal ministro della Pubblica amministrazione e l'Innovazione, Renato Brunetta, e dal numero uno di Confindustria, Emma Marcegaglia, i dipendenti non dovranno assentarsi dal posto di lavoro per recarsi presso lo sportello o l’ufficio competente. Il progetto consentirà un risparmio consistente per le imprese ed un aumento della produttività.

Si chiama Reti amiche on the job questa nuova iniziativa della durata iniziale di tre anni, che punta a moltiplicare i punti di contatto con la PA, avvicinandola ai cittadini. Dopo questa intesa, che segue quella firmata con Unioncamere nel marzo scorso, verranno stipulati ulteriori accordi con singole aziende; si partirà a metà maggio con Ferrari, ha spiegato il ministro, e poi si proseguirà con Ibm, Eni, Enel e Telecom.

In una prima fase, il ministro per la pubblica amministrazione e l’innovazione e Confindustria procederanno alla definizione degli accordi con le amministrazioni che si renderanno disponibili per attivare i seguenti servizi:

  • semplificazione e digitalizzazione dei flussi documentali (relativi a documenti della pubblica amministrazione) e dei servizi informativi tra cittadini-dipendenti ed impresa (ad esempio certificati anagrafici finalizzati al perfezionamento dell’assunzione)
  • semplificazione e digitalizzazione dei flussi documentali e dei servizi informativi fra cittadini e pubblica amministrazione (ad esempio prenotazioni presso i CUP regionali)
  • flussi informativi fra pubblica amministrazione locale e cittadini-dipendenti ed imprese (ad esempio bacheca elettronica che illustra servizi ai cittadini e attività del territorio)
  • promozione di scambi continuativi, contenuti e informazioni, relativi alle tecnologie innovative fra ICT aziendali e della pubblica amministrazione.

"Questo protocollo suggella un bel matrimonio tra innovazione e industria", ha detto Brunetta, sottolineando i vari servizi di cui si potrà usufruire evitando file agli sportelli e ore di permesso. Soddisfazione anche da parte del presidente di Viale dell'Astronomia. “Tutto quello che va nella direzione dello sviluppo dell'Ict", delle tecnologie per l'informazione e la comunicazione, che "permette di avvicinare concretamente i cittadini alla PA e di offrire un servizio vero é un fatto assolutamente positivo", ha detto Marcegaglia. “Ci impegneremo - ha aggiunto - perché l'implementazione del sistema sia veloce e capillare".

Il testo dell'Accordo
(a cura di Alessandra Flora)

Per leggere il contenuto prego
o