Startup - l'italiana Jusp nella classifica internazionale di CB Insights

 

La startup italiana Jusp, specializzata in Mobile POS, è indicata fra le 109 migliori payment startups di CB Insights

Jusp - foto di Jusp 

CB Insights, il database di venture capital e angel investment in grado di fornire informazioni quotidiane su queste attività finanziarie, ha selezionato le 109 startup che rivoluzionano i pagamenti digitali. Fra queste c'è anche l'italiana Jusp.

Jusp, il Mobile POS

Jusp nasce come risposta alla ricerca di una soluzione semplice, sicura e solida per incassare pagamenti da carte di credito anche in mobilità e con l‘obiettivo di migliorare l‘attività di piccole e grandi aziende. Incubata da Polihub, l'incubatore del Politecnico di Milano, nel 2015 la startup è stata tra le finaliste del premio dell'Istituto Europeo per l'Innovazione e la Tecnologia (EIT).

Jusp è un lettore di carte con chip che si connette tramite porta audio o usb, compatibile con qualsiasi dispositivo in grado di gestire applicativi, inclusi computer portatili e smartphone, e che permette di effettuare pagamenti con carte di credito e di debito. Allo stesso tempo, la piattaforma permette alle imprese di mettere a punto attività di marketing, anche targettizzate sull'utente.

“L'idea è quella di far fare pagamenti alle persone e agli esercizi su un Pos portatile, uno strumento che ha il vantaggio di essere collegato a un sistema intelligente”, spiegava a maggio il fondatore Jacopo Vanetti, in occasione di Innoveit 2015, il forum annuale organizzato dall'Istituto Europeo per l'Innovazione e la Tecnologia (EIT).

Nata nel 2011, nel febbraio dell'anno successivo la startup ha visto l'ingresso di Stefano Calderano come angel investor. Nel 2013 Jusp è stata la startup italiana più finanziata del 2013, da febbraio 2014 è sul mercato e nel 2015 si è aggiudicata l'Italian Master Startup Award, il premio ideato da PNI Cube per società provenienti dal mondo degli incubatori universitari.

Inoltre, a giugno di quest'anno la startup ha stretto una partnership con Fastweb per Fast Pos, una nuova soluzione di Pos IP dedicata alle PMI che permette di ricevere pagamenti con carte di credito o bancomat tramite pc, smartphone e tablet.

Jusp nella classifica CB Insights

Fra le 109 startup che “sovvertono” le modalità di pagamento indicate dal database di venture capital e angel investment CB Insights figura, nella sezione Pagamenti point-of-sale, anche l'italiana Jusp.

Le altre categorie prese in considerazione da CB Insights sono:

  • Online payment services: startup come Stripe e WePay, che aiutano le imprese a processare i pagamenti online, rendendoli più sicuri ed economici;
  • Billing automation and streamlining: figurano, fra le altre, Zuora e Paymentus, che accelerano la fatturazione;
  • Point-of-sale payments: oltre a Jusp, startup come iZettle e Revel Systems, che offrono prodotti e servizi point-of-sale, tra i quali card readers;
  • Personal payment services: MobiKwik e Affirm, startup che puntano ad offrire ai clienti piattaforme di pagamento più convenienti;
  • Bitcoin payments: in questa sezione figurano società come Coinbase e BitPay;
  • E-commerce payments: la startup Klarna, ad esempio, propone soluzioni di pagamento realizzate su misura per le sfide che devono affrontare gli operatori del settore;
  • Connected card payment: startup come Coin e Stratos puntano sulle carte di credito connesse all-in-one;
  • Money transfer services: le società TransferWise e Remitly forniscono soluzioni digitali per inviare denaro oltre confine in modo veloce ed economico.
Per leggere il contenuto prego
o