Agroalimentare - BMTI, piattaforma online per commercio internazionale

 

Agroalimentare

L'iniziativa è stata presentata da Borsa Merci Telematica, Mipaaf e Unioncamere a Expo

Una piattaforma web regolamentata per il commercio internazionale di prodotti agroalimentari. E' il progetto sviluppato da Borsa Merci Telematica (BMTI), e lanciato insieme a Ministero delle Politiche agricole e Unioncamere, che partirà in via sperimentale nel Mediterraneo e in Africa.

L'iniziativa mira ad allargare oltre i confini europei i vantaggi dell'utilizzo della Borsa Merci Telematica, nata su iniziativa del sistema camerale italiano, per ammodernare i servizi a supporto della commercializzazione dei prodotti agroalimentari e per dare trasparenza al meccanismo di formazione dei prezzi, e istituita ufficialmente nel 2006 con il decreto n. 174 del Ministero delle Politiche agricole.

In sintesi, la BMTI consiste in un mercato telematico regolamentato che permette la negoziazione e lo scambio quotidiano, continuo e sicuro di prodotti agricoli, agroenergetici, agroalimentari, ittici e di servizi logistici da postazioni remote.

I vantaggi riguardano la semplificazione dell'accesso ai mercati esteri da parte delle PMI e dell'incontro tra domanda e offerta, ma anche la standardizzazione delle contrattazioni che, basandosi sui principi del commercio internazionale, diventano più chiare e sicure per i produttori.

Il ricorso a regole comuni, l'adozione di una nomenclatura standardizzata per la qualificazione dei prodotti e la diffusione dei dati relativi ai prezzi e alle quantità delle merci transate aumentano la trasparenza dei mercati e portano a una riduzione del contenzioso tra le parti.

Via alla fase sperimentale

La fase sperimentale del progetto, ha spiegato il ministro delle Politiche agricole Maurizio Martina, durerà un anno e interesserà “soprattutto i Paesi africani, dall'Egitto alla Tunisia, dall'Angola ad altri partner del bacino mediterraneo”.

Per accedere alle transazioni gli operatori dovranno possedere una serie di requisiti individuati nel regolamento generale del 'Mercato internazionale online' e iscriversi alla piattaforma. Una volta ricevuti identificativo e password, potranno transare le proprie merci e concludere contratti, i cui dati, a partire da prezzi e quantità, verranno registrati dal portale per monitorare l'andamento dei diversi prodotti nei vari mercati.

La piattaforma progettata da Borsa Merci Telematica prevede una serie di termini contrattuali generali che faranno da base per gli accordi tra le parti, ma che potranno essere integrati, laddove necessario, con ulteriori termini specifici.

L'utilizzo della piattaforma verrà incentivato attraverso l'attivazione di accordi di collaborazione tra le istituzioni italiane e quelle degli altri Paesi interessati. "Affinché questo strumento diventi realmente operativo - ha spiegato infatti il direttore di BMTI Annibale Feoroldi - occorre che le istituzioni italiane ed estere cooperino mettendo in campo azioni congiunte".

Lo strumento, ha dichiarato Martina, è pensato soprattutto per le piccole e medie imprese, anche dei Paesi in via di sviluppo, che “avranno così uno strumento concreto per accedere sviluppare nuovi mercati per i loro prodotti, superando il gap legato alla differente regolamentazione internazionale".

Lavorando sulle distorsioni che limitano la disponibilità di cibo, ha concluso il ministro, la piattaforma contribuisce anche a “creare le condizioni per una migliore sicurezza alimentare globale”, tema al centro dell'Expo e della Carta di Milano.

Link
Cooperazione - credito a PMI tunisine per beni e servizi italiani
PAC - al via semplificazione pagamenti a piccoli agricoltori

Author: Riviera delle Palme / photo on flickr

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o