UE - EMAS, l'audit ambientale che fa risparmiare le imprese

 

CreationSono 1.676 le organizzazioni italiane registrate al sistema europeo di gestione e audit ambientale (European Eco-Management and Audit Scheme – EMAS), promosso dall'Ue per migliorare le prestazioni di soggetti pubblici e privati europei.

EMAS, migliore efficienza ambientale

Nato nel 1993, EMAS è un sistema cui possono aderire volontariamente le imprese e le organizzazioni, sia pubbliche che private, aventi sede nell'Ue o in altri Paesi, che desiderano impegnarsi nel valutare e migliorare la propria efficienza ambientale.

Adottando EMAS le organizzazioni possono migliorare le proprie prestazioni, risparmiando sui costi energetici. Secondo le stime della Commissione Ue, un'azienda può risparmiare annualmente:

  • dai 3mila ai 10mila euro per una microimpresa,
  • dai 20mila ai 40mila euro per una piccola impresa,
  • fino a 100mila euro per una media impresa,
  • finoa a 400mila euro per una grande impresa.

Inoltre EMAS consente alle organizzazioni aderenti di ridurre il rischio di inadempienze legislative, di accedere a sgravi fiscali a livello regionale e nazionale in diversi campi d'attività, come la riduzione delle garanzie fideiussorie nel settore dei rifiuti.

Dal 1997 al 2014 il numero delle organizzazioni italiane registrate ad EMAS è passato da 11 a 1.676, con le piccole imprese al primo posto (30%), seguite da pubblica amministrazione e altri enti (25%), grandi imprese (24%) e medie imprese (21%). A livello regionale, invece, la Lombardia è in testa per il numero di registrazioni (182), seguita da Emilia-Romagna (168) e Trentino Alto Adige (132).

Registrazione

Per ottenere la registrazione EMAS un'organizzazione deve:

  • effettuare una prima analisi ambientale, prendendo in considerazione tutti gli aspetti correlati alle attività, ai prodotti e ai servizi dell'organizzazione;
  • definire ed adottare una politica ambientale;
  • sviluppare un programma ambientale, individuando traguardi ed obiettivi specifici;
  • stabilire un sistema di gestione ambientale, necessario per raggiungere gli obiettivi definiti nel programma;
  • svolgere un audit ambientale interno, per valutare se il sistema di gestione ambientale è conforme alla politica e al programma;
  • redigire una dichiarazione ambientale in cui sono comunicati i risultati raggiunti.

Successivamente, un verificatore ambientale EMAS accreditato a livello nazionale esamina e valuta l'analisi ambientale, il sistema di gestione, i risultati dell'audit interno e convalida la dichiarazione ambientale.

La dichiarazione convalidata deve essere inviata all'organismo competente per le registrazioni EMAS. Per l'Italia è il Comitato-Sezione EMAS Italia, che provvede al rilascio della registrazione. All'organizzazione viene assegnato un numero ufficiale di registrazione EMAS; l'organizzazione è inoltre autorizzata all'uso del logo EMAS. Il registro delle organizzazioni italiane aderenti ad EMAS è gestito dall'Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA).

Il sistema di gestione relativo alle attività tecniche di registrazione EMAS, di accreditamento e di sorveglianza dei verificatori ambientali è svolto in conformità alla norma ISO 9001:2008.

Links
Ecobonus - guide Enea su schermature solari e caldaie a biomassa
EMAS
Gestione ambientale: questionario su revisione del sistema ISO 14001

Photo credit: Shermeee / Foter / CC BY

Per leggere il contenuto prego
o