UE - ok a cooperazione scientifica con Isole Faroe, India e Svizzera

 

d2641-3La commissione industria, ricerca ed energia (ITRE) del Parlamento europeo ha approvato gli accordi di cooperazione scientifica e tecnologica tra l'Ue, le Isole Faroe, la Repubblica dell'India e la Confederazione svizzera.

Nel dettaglio la commissione ITRE ha approvato:

  1. la decisione del Consiglio di concludere l'accordo di cooperazione scientifica e tecnologica tra l'Ue e le Isole Faroe, associando così le isole danesi al programma Horizon 2020;
  2. la decisione del Consiglio relativa al rinnovo dell'accordo di cooperazione scientifica e tecnologica tra l'Ue e il governo della Repubblica dell'India;
  3. la decisione del Consiglio relativa alla conclusione dell'accordo di cooperazione scientifica e tecnologica tra l'Ue, la Comunità europea dell'energia atomica e la Confederazione svizzera, che associa la Confederazione ad Horizon 2020, al programma di ricerca e formazione della Comunità europea dell'energia atomica (EURATOM), comprese le attività condotte dall'impresa comune (JU) Fusion for Energy per la realizzazione del progetto ITER.

Isole Faroe

La commissione ITRE ha espresso il suo voto favorevole all'accordo di cooperazione scientifica e tecnologica tra l'Ue e le isole danesi, a decorrere dal 1° gennaio 2014. Le Isole Faroe rientrano tra i 12 Paesi associati al programma Horizon 2020:

  • Islanda,
  • Norvegia,
  • Albania,
  • Bosnia-Erzegovina,
  • ex-Repubblica Iugoslava di Macedonia,
  • Montenegro,
  • Serbia,
  • Turchia,
  • Israele,
  • Moldavia,
  • Confederazione Svizzera (adesione parziale).

In base all'articolo 7 del regolamento di Horizon 2020 le persone giuridiche dai Paesi associati possono partecipare al programma di ricerca alle stesse condizioni dei soggetti giuridici degli Stati membri. L'associazione ad Horizon 2020 avviene attraverso la conclusione di un accordo internazionale.

Repubblica dell'India

Con il voto odierno la commissione ITRE ha approvato il rinnovo della decisione 2002/648/CE con cui il Consiglio aveva concluso il precedente accordo di cooperazione scientifica e tecnologica con la repubblica indiana. L'obiettivo è proseguire la cooperazione tra i due partner, attraverso la partecipazione dei centri di ricerca indiani ai programmi di R&S europei, la definizione di progetti congiunti e lo scambio di informazioni e conoscenze.

Confederazione svizzera

La commissione ITRE, con la votazione odierna, ha dato seguito all'accordo provvisorio dello scorso dicembre, che associa la Confederazione svizzera, a partire dal 15 settembre 2014, ad alcune parti del programma Horizon 2020:

  • il primo pilastro di Horizon 2020, 'excellent science', comprese le attività dell'ERC, le Future and Emerging Technologies (FET), le azioni Marie Skłodowska-Curie e il settore delle infrastrutture di ricerca;
  • le azioni nell'ambito dell'obiettivo specifico “Spreading excellence and widening participation”;
  • il programma EURATOM;
  • le attività condotte dall'impresa comune (JU) Fusion for Energy per la realizzazione di ITER (International thermonuclear experimental reactor), iniziativa internazionale per la costruzione e la sperimentazione di un reattore a fusione nucleare a Cadarache (Francia).

La partecipazione della Svizzera ai programmi indicati è valida fino al 31 dicembre 2016.

 Links
Nucleare - ITER, imprese italiane prime per successo progetti
Policy Support Facility-PSF: assistenza a Paesi Ue per politiche di ricerca e innovazione

Photo credit: USDAgov / Foter / CC BY

Per leggere il contenuto prego
o