Ue: presto indagine su competitivita' e-commerce

 

Photo credit: danielfoster437 / Foter / CC BY-NC-SALa Commissione europea avvierà un'indagine sulla concorrenza nel settore del commercio elettronico per abbattere gli ostacoli che ancora intralciano il settore.

L'annuncio arriva da Berlino, nel corso della 17esima edizione della conferenza internazionale della competitività organizzata da Bundeskartellamt, centrata, quest'anno, sul mercato unico digitale. Da qui la commissaria europea alla Concorrenza Margrethe Vestager ha fatto sapere che nelle prossime settimane proporrà al collegio dei commissari l'avvio di un'indagine sul settore dell'e-commerce. “È giunta l'ora di abbattere gli ostacoli che ancora intralciano il commercio elettronico, che è uno degli elementi essenziali di un autentico mercato unico digitale in Europa”, dichiara la Vestager.

Nel 2014 la metà circa dei consumatori europei ha fatto acquisti online, ma solo il 15% circa di essi si è rivolto a un venditore basato in un altro Stato membro. Le vendite online transfrontaliere nell'Ue procedono dunque a rilento, in parte a causa delle barriere linguistiche, delle preferenze dei consumatori e delle diverse normative vigenti negli Stati membri. Ma contano anche i rilevanti ostacoli tecnici quali i geoblocchi, che possono impedire al consumatore di accedere a determinati siti in base al luogo in cui vive o agli estremi della carta di credito che usa.

Inoltre, Bruxelles nutre il sospetto che certe imprese adottino misure che limitano il commercio elettronico transfrontaliero. L'indagine di settore intende individuare tali pratiche e affrontarle, in linea con l'obiettivo prioritario della Commissione di creare un mercato unico digitale.

Le informazioni acquisite permetteranno a Bruxelles di avere un quadro più preciso in merito al rispetto della concorrenza nel settore del commercio elettronico: se dovessero emergere specifici problemi in materia, la Commissione potrebbe avviare indagini mirate, per assicurare la conformità con le norme dell'Ue in materia di pratiche commerciali restrittive e di abuso di posizione dominante sul mercato.

Allo stesso tempo, l'indagine che la Vestager proporrà nelle prossime settimane a palazzo Berlaymont orienterà le iniziative legislative che la Commissione intende avviare per promuovere il mercato unico digitale.

Photo credit: danielfoster437 / Foter / CC BY-NC-SA

Per leggere il contenuto prego
o