Fondi Ue: Bruxelles lancia piattaforma Peer 2 Peer

 

Commissione europeaLa Commissione europea presenta l'iniziativa Peer 2 Peer, una piattaforma destinata allo scambio di competenze fra i funzionari pubblici per migliorare la gestione degli investimenti finanziati dai fondi Ue nell'ambito della politica regionale.

In tutta l’Unione europea sono circa 24mila i funzionari di amministrazioni nazionali e locali che partecipano alla gestione del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e del Fondo di coesione. In base a uno studio commissionato dalla DG Politica regionale e urbana, gli enti che gestiscono tali risorse europee avvertono l'esigenza di uno strumento di scambio delle competenze: il 90% degli intervistati, infatti, si è detto interessato ad attività di apprendimento tra pari.

L'obiettivo finale è trarre vantaggio dal know-how dei funzionari più esperti e produrre risultati migliori nella spesa dei fondi Ue grazie alla condivisione delle competenze e delle buone prassi.

La piattaforma online permette ai funzionari e alle amministrazioni di offrire e ricevere assistenza, attraverso missioni di esperti di breve durata, visite di studio e workshop per rispondere alle esigenze individuate dalle autorità di gestione dei programmi operativi negli Stati membri. Gli scambi potranno essere attivati rapidamente una volta individuate le esigenze da soddisfare, si concentreranno su temi concreti e specifici e saranno soggetti a meccanismi integrati di controllo della qualità.

Il sistema è stato sviluppato sulla base di Taiex, strumento di assistenza tecnica e scambio di informazioni già impiegato, all'interno della DG della Politica di vicinato e dei negoziati di allargamento, nei Paesi candidati all’ingresso nell'Ue che si sono avvalsi dei finanziamenti dello strumento di preadesione. Il nome completo della piattaforma, infatti, è Taiex Regio Peer 2 Peer.

La piattaforma va inquadrata in una più ampia iniziativa Ue volta a favorire il pieno sfruttamento delle potenzialità della politica regionale, sia in termini di creazione di posti e crescita sostenibile, sia in termini di capacità di spesa dei fondi europei. Alla luce dei ritardi nella spesa dei fondi 2007-2013, la Commissione europea intende supportare gli Stati membri affinché gestiscano al meglio le risorse a disposizione per il settennato 2014-2020, pari a oltre 351 miliardi di euro.

Link

Peer 2 Peer

Photo credit: Andrew Gustar / Foter / CC BY-ND

Per leggere il contenuto prego
o