Energia: Forum del Mediterraneo, adeguare normativa e investimenti

 

Energy - Photo credit: Claudio Schwarz / Foter / CC BY-NC-NDRivedere lo stato attuale del rapporto fra regolamentazione e investimenti in campo energetico e lavorare per una comunità dell'energia integrata del Mediterraneo. Sono i temi su cui si è concentrata la prima edizione del Mediterranean Forum on Energy Regulation.

Sostenuto dalla Commissione europea, il Forum si è svolto nelle scorse ore a Barcellona sul tema: “Regolamento e investimenti: soluzioni per la regione del Mediterraneo” e ha visto la presenza di esponenti del MedReg, l'associazione dei regolatori dell'energia del Mediterraneo, e rappresentanti delle istituzioni europee. Al centro del dibattito:

  • l'analisi dello stato del rapporto fra normativa e investimenti nel settore energetico,
  • l'individuazione delle principali sfide da affrontare per la creazione di una comunità dell'energia integrata del Mediterraneo.

Dalla giornata di lavori è emerso che la sfida più importante del settore è la progressiva integrazione dei mercati dell'elettricità e del gas a livello regionale e sub-regionale. Un'integrazione che risulta ancora più urgente in un contesto attuale caratterizzato da problemi di sicurezza dell'approvvigionamento, dai cambiamenti strutturali profondi e dalle sfide del clima.

Nato nel 2007, il MegReg riunisce attualmente 21 Paesi: Albania, Algeria, Bosnia-Erzegovina, Croazia, Cipro, Egitto, Francia, Grecia, Israele, Italia, Giordania, Libia, Malta, Montenegro, Marocco, Autorità palestinese, Portogallo, Slovenia, Spagna, Tunisia e Turchia.

Il MegReg è stato avviato al fine di promuovere un quadro normativo trasparente, stabile e armonizzato in tutta l'area mediterranea per favorire l'integrazione del mercato e gli investimenti nelle infrastrutture e, al contempo, incrementare la tutela dei consumatori e la cooperazione.

Photo credit: Claudio Schwarz / Foter / CC BY-NC-ND

Per continuare a leggere gli articoli inserisci la tua...
o