Internazionalizzazione: Letta in Messico per apertura mercato energetico

 

L'arrivo di Letta in Messico - fonte GovernoE' l'energia il tema centrale della missione in Messico del premier Enrico Letta, che oggi e domani incontrerà rappresentanti delle istituzioni e del mondo imprenditoriale per rafforzare i rapporti politico-economici con il paese.

Dopo la firma di una dichiarazione congiunta sui rapporti bilaterali tra i due paesi, Letta e il presidente Enrique Pena Nieto incontreranno il Business Council italo-messicano, di cui fanno parte per l'Italia Eni, Enel e Finmeccanica. Il premier italiano parlerà al Club degli imprenditori e al Ministero degi Esteri, per poi visitare il distretto di Queretaro, che ospita una serie di imprese italiane del manifatturiero, della meccanica e del calzaturiero.

La vera priorità della missione è però, per il Governo italiano, sfruttare l'opportunità rappresentata dalla riforma costituzionale in base alla quale l'estrazione del petrolio non sarà più monopolio statale. L'apertura del mercato energetico, ha spiegato il consigliere economico di palazzo Chigi Fabrizio Pagani, “avrà piena piena attuazione solo tra due anni e le prime gare internazionali si avvieranno all'inizio del 2015”. L'Italia, però, ha deciso di giocare d'anticipo, per partecipare allo sfruttamento dei giacimenti off-shore messicani e agli investimenti nel campo delle fondi rinnovabili, oltre che al piano di investimenti con cui il governo vuole migliorare la propria capacità industriale.

Durante la missione, cui partecipa anche il presidente di Sace Giovanni Castellaneta, è prevista infine la firma di un accordo di collaborazione nel campo trade & investment con la banca di sviluppo messicana Bancomext.

Per leggere il contenuto prego
o