Internazionalizzazione: accordo Unicredit-SACE per le PMI

 

Internazionalizzazione - foto di wilmack Un accordo da 650 milioni di euro per promuovere l'internazionalizzazione delle piccole e medie imprese italiane. A firmarlo, nelle scorse ore, Unicredit e SACE.

L'intesa siglata da SACE, gruppo assicurativo-finanziario specializzato, tra le altre cose, in servizi di export credit, assicurazione del credito e protezione degli investimenti all’estero, e il Gruppo Unicredit prevede tre interventi prioritari:

  • fondo da 300 milioni di euro per finanziamenti a medio-lungo termine erogati da UniCredit - ora anche su provvista di Cassa Depositi e Prestiti - e garantiti da SACE, a sostegno di progetti delle PMI per lo sviluppo estero, quali: acquisto di nuovi macchinari, apertura di nuovi punti vendita all’estero, investimenti in ricerca e sviluppo, partecipazione a fiere internazionali;
  • plafond da 100 milioni di euro per anticipi o finanziamenti esteri a breve termine (fino a un massimo di 18 mesi), erogati da UniCredit e garantiti da SACE nell’ambito di attività di internazionalizzazione delle PMI;
  • almeno 250 milioni di euro di garanzie internazionali emesse da UniCredit e controgarantite da SACE per attività di esportazione o realizzazione di lavori all’estero da parte di imprese italiane.

Con l'accordo, si legge nel comunicato, SACE e UniCredit intendono sostenere "le imprese italiane, in particolare quelle di piccola e media dimensione, migliorandone l’accesso al credito e sostenendone la competitività in commesse e gare internazionali".

Per leggere il contenuto prego
o