E-commerce: cresce interesse in ambito B2B

 

Smartphone - foto di Johan LarssonUna ricerca della Forrester Consulting sull’impatto dell’e-commerce nella vendita di prodotti e servizi in ambito Business-to-Business (B2B) rivela che le imprese che non puntano sul web rischiano di perdere competitività e quote di mercato.

Lo studio è stato condotto tra maggio e luglio 2013, su un campione di 717 aziende operanti in diverse parti del mondo, per conto della società fornitrice di software hybris.

In base all'indagine, oltre la metà dei clienti delle aziende B2B intervistate e attive sul web effettua gli acquisti mediante smartphone e tablet. Rispetto alle imprese che acquistano solo offline, quelle che comprano beni e servizi in rete mostrano, tra l'altro, maggiore propensione ad aggiungere articoli al carrello e un più elevato grado di fidelizzazione. La loro soddisfazione aumenta, risulta inoltre dalla ricerca, quando la fase di acquisto online è flessibile e quando il customer service, online e mobile, è a disposizione 24 ore su 24.

Secondo Brian Walker, Senior Vice President of Strategy di hybris, “presto o tardi, tutte le aziende B2B dovranno implementare strategie di e-commerce efficaci: il rischio è che i loro clienti si rivolgano a quei concorrenti che, invece, lo hanno già fatto”. Non solo: secondo Walker, la diffusione del mobile come canale privilegiato per il commercio B2B impone alle aziende di effettuare investimenti e “sviluppare strategie che consentano ai loro clienti di vivere esperienze d’acquisto ineccepibili e coerenti, siano esse online, su smartphone o tablet”.

In collaborazione con TechEconomy

Per leggere il contenuto prego
o