Lavoro: Legge 183-2014, testo Jobs Act

 

Author: Phillie Casablanca / photo on flickr Entra in vigore oggi la legge n. 183-2014 contenente deleghe al Governo in materia di lavoro, più nota come Jobs Act.

La legge, pubblicata in Gazzetta ufficiale il 15 dicembre, prevede deleghe al Governo in materia di:

  • riforma degli ammortizzatori sociali,
  • servizi per il lavoro e politiche attive,
  • riordino della disciplina dei rapporti di lavoro e dell'attività ispettiva,
  • semplificazione delle procedure e degli adempimenti,
  • tutela e conciliazione delle esigenze di cura, di vita e di lavoro.

La prima delega mira a razionalizzare le attuali tutele, dalla cassa integrazione all'associazione sociale per l’impiego (Aspi), assicurando un sistema di garanzia universale per tutti i lavoratori.

Con la seconda delega si punta al riordino delle norme sui servizi per il lavoro per favorire l'accesso alle politiche attive su tutto il territorio nazionale. Tra le misure previste, l’istituzione dell’Agenzia nazionale per l’occupazione, il rafforzamento dei servizi per l’impiego e il miglioramento delle attività di monitoraggio e valutazione delle politiche attive per il lavoro.

L'introduzione del contratto a tempo indeterminato a tutele crescenti, che aggancia i livelli di protezione dei lavoratori all’anzianità di servizio, è la principale novità in materia di riordino dei contratti di lavoro. Nel quadro della terza delega si prevede la modifica dello statuto dei lavoratori relativamente ai licenziamenti illegittimi (art. 18), ai mansionamenti (art. 13) e ai controlli a distanza (articolo 4).

La semplificazione, soprattutto attraverso la riduzione degli atti amministrativi, è il tema chiave della quarta delega sulle procedure di costituzione e gestione dei rapporti di lavoro.

Tra le misure a sostegno della conciliazione, nell'ambito dell'ultima delega, figurano invece l’estensione del diritto alla prestazione di maternità alle lavoratrici parasubordinate, l’introduzione di un credito d’imposta per le lavoratrici, anche autonome, con figli minori o disabili non autosufficienti, e misure per promuovere il telelavoro, la flessibilità oraria e l'offerta di servizi di cura.

Tra i decreti legislativi per l'attuazione delle deleghe la priorità spetterà al contratto a tutele crescenti, che dovrebbe approdare in Consiglio dei Ministri entro fine mese, e alla riforma dell'assicurazione sociale per l’impiego.

Links
Legge 183-2014 - Gazzetta ufficiale del 15 dicembre 2014

Photo credit: Phillie Casablanca / Foter / CC BY

Per leggere l'articolo prego
accedi o iscriviti